Segni. Dopo il prestigioso riconoscimento dell’European Town Of The Sport 2021 e le polemiche delle varie associazioni il Sindaco Piero Cascioli puntualizza

Nola FerramentaNola Ferramenta

SEGNI – A seguito del comunicato stampa ricevuto e pubblicato nei giorni scorsi, da parte delle associazioni sportive di Segni [qui l’articolo •>], nel quale si evinceva il malcontento e il disappunto riguardante proprio il premio “European Town Of The Sport 2021” ritirato presso il Coni dal Sindaco di Segni Piero Cascioli e dall’Assessore allo Sport Silvia Pucello [qui l’articolo •>], arrivano le dichiarazioni e le puntualizzazioni in merito dello stesso Sindaco.

«Come sapete – ci ha detto il Sindaco – lo scorso 12 Aprile insieme all’Assessore allo Sport, siamo stati invitati presso il Coni, a ricevere la bandiera e il titolo di “European Town Of The Sport 2021”.
Questo premio è stato il risultato di un percorso iniziato sul finire del 2019 con la candidatura di Segni e, da subito condiviso con tutte le società e associazioni sportive presenti sul comune.

Come già anticipato, il riconoscimento è stato attribuito a seguito di alcuni sopralluoghi presso gli impianti sportivi e successivi incontri, da parte di una apposita commissione che ne ha apprezzato l’amenità, la collocazione, l’impiantistica e l’associazionismo.

Insieme all’Assessore allo Sport mi sono limitato a rispondere positivamente all’invito del Coni e, a ricevere questo riconoscimento da quanto stabilito dal protocollo.

Il riconoscimento , ci tengo a precisare che non è mio ma di tutta la città di Segni e dello sport.
Poi, – ha proseguito il Sindaco Piero Cascioli – per rispondere alle questioni sollevate dalle società e dalle associazioni sportive, rispetto alla fatiscenza degli impianti, alle caldaie vecchie, alla manutenzione, ecc., è doveroso chiarire che presso gli impianti sono iniziati i lavori di efficientamento energetico che prevedono appunto l’installazione di impianti fotovoltaici sulle tribune di calcio e sugli spogliatoi del rugby e tennis, con conseguente produzione di energia, solare termico, di acqua calda; sarà realizzata l’impermeabilizzazione con cappotto termico, saranno sostituite le caldaie, i termosifoni e gli infissi.

Verranno altresì sostituiti i corpi illuminanti con luci al led. Il prossimo Giugno poi, partiranno i lavori per la copertura del campetto di calcio A5. per un investimento complessivo di circa 600 mila euro al quale, andrà anche aggiunto, un progetto da presentare alla Regione Lazio, per il rifacimento dell’intero manto in erba sintetica del campo di calcio per un valore di 400 mila euro. Questi lavori avranno un importo complessivo di investimento pari ad un milione di euro che, insieme a tutta l’Amministrazione comunale, abbiamo appunto destinato agli impianti sportivi.

Questo sarebbe, secondo quanto dicono, l’abbandono e disinteresse dell’Amministrazione comunale verso lo sport?
Vale la pena ancora ricordare che, il Comune di Segni paga tutte le utenze degli impianti cioè acqua, luce e gas e, so per certo, che in altri comuni limitrofi non avviene la stessa cosa.

Comunque – ha concluso il Sindaco di Segni Piero Cascioli – il consiglio comunale ha approvato recentemente il regolamento che disciplinerà la gestione degli impianti sportivi a ciò seguiranno tutte le relative convenzioni con le singole società. Tuttavia l’Amministrazione Comunale, si è sempre dichiarata e resta ancora una volta, disponibile per discutere ed approfondire tutte le criticità rappresentate dalle società sportive per trovare insieme soluzioni che contemperino gli interessi di tutti, gli interessi dello sport e soprattutto gli interessi di tutta la nostra intera comunità».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top