Rocca di Papa. Esplosione in municipio. Anche il sindaco, Emanuele Crestini, non ce l’ha fatta. Ora la tragedia è completa…

Nola FerramentaNola Ferramenta

ROCCA DI PAPA – Non ce l’ha fatta neanche lui: il Sindaco di Rocca di Papa Emanuele Cristini è deceduto nella tarda serata di ieri 20 Giugno.
Come il suo delegato Vincenzo Eleuteri, spentosi domenica scorsa [qui l’articolo •>], era rimasto gravemente ferito nell’incendio seguito all’esplosione che ha devastato il municipio della sua città [qui l’articolo •>].
E come Eleuteri era stato ricoverato al Centro Grandi Ustioni dell’ospedale Sant’Eugenio di Roma.
Ospedale dal quale entrambi non sono più usciti… vivi.
Sgomento? Di più…

Anche questa volta un bollettino medico di aggravamento è stato il triste presagio.
E poche ore dopo, in tarda serata, l’ultimo bollettino: «Il sindaco di Rocca di Papa è deceduto. Nelle ultime ore le sue condizioni si erano aggravate a causa di una sopraggiunta crisi respiratoria e dal quadro derivante dalle infezioni delle lesioni riportate dovute alla lunga permanenza nel luogo dell’incendio. Si esprime un sentimento di profondo cordoglio ai famigliari e tutta la comunità di Rocca di Papa».

Ora la tragedia è completa…

Emanuele Crestini verrà ricordato come un eroe, ed è giusto che sia così.
Ma avremmo tutti voluto festeggiare un eroe vivo.

È stato l’ultimo ad abbandonare l’edificio dopo l’esplosione, preoccupandosi prima di far evacuare tutti i presenti, dipendenti, consiglieri, cittadini.
Nel frattempo respirava l’irrespirabile e riportava ustioni sul 35% del corpo.

Emanuele Crestini, 47 anni tra 3 giorni, lascia la famiglia, la figlia, un’intera comunità; che ora si stringe ai suoi cari.

Purtroppo si è spenta rapidamente quella speranza che qualche giorno fa lo aveva visto migliorare, al punto che tra i bollettini medici era apparsa anche la prospettiva di un intervento chirurgico per la rimozione tessuti necrotici con iniziale copertura con cute proveniente dalla banca della pelle…
Nel pomeriggio di ieri invece le sue condizioni di salute sono precipitate fino a farlo arrendere.
Fino a sconfiggerlo nell’estrema battaglia, una battaglia che lo ha visto lottare fino all’ultimo respiro, con tutte le sue forze.

R.I.P.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top