Colleferro. Minaccia di lanciarsi da una finestra al primo piano. Intervengono i Carabinieri, i Vigili del Fuoco ed i sanitari del 118

Nola Ferramenta outfitNola Ferramenta outfit

COLLEFERRO – Sono state ore di forte apprensione le prime della mattinata di oggi, 7 Giugno, in Via Aprilia a Colleferro: un giovane di 22 anni minacciava di suicidarsi con un coltello e di gettarsi dalla finestra di un appartamento situato al primo piano del civico 3, nel tratto di strada che unisce Corso Garibaldi a Piazza Mazzini.

Farmacia Comunale Colleferro ScaloFarmacia Comunale Colleferro Scalo

Sul posto intervenivano i Carabinieri contro i quali il 22enne inveiva minacciandoli dalla finestra brandendo un coltello.
Sul posto giungevano anche i sanitari del 118 ed i Vigili del Fuoco del locale Distaccamento ai quali veniva richiesto di gonfiare e predisporre, sotto le finestre che affacciano su Via Aprilia, il cuscino pneumatico da salto che viene usato in casi come questi.

Sembra che tutto sia iniziato fin dalle 5 del mattino quando – probabilmente a causa di una lite tra i due conviventi, una coppia ed un’altra ragazza ospite in casa – i vicini sentivano le urla provenire dall’appartamento.

Ecoerre-Poliambulatorio_SpecialisticoEcoerre-Poliambulatorio_Specialistico

Le donne ne uscivano, ferite, per recarsi in Pronto Soccorso.
L’uomo restava in casa barricato. L’unità abitativa è munita di porta blindata ed all’interno vi sono anche due pitt bulls.

Quando intervengono i Carabinieri l’uomo inveisce contro di loro, li minaccia e minaccia di lanciarsi nel vuoto. I militari chiedono l’intervento di un mediatore e del veterinario della Asl, nel caso fosse necessario contenere i cani.
Sul posto ci sono il Comandante la Compagnia Carabinieri di Colleferro Cap. Vittorio Tommaso De Lisa, il Comandante della Stazione Carabinieri di Colleferro M.llo Antonio Carella e poco dopo giunge anche il Comandante del Gruppo Carabinieri di Frascati T. Col. Alberto Raucci con il negoziatore del Nucleo Investigativo.

La porta blindata ed i pitt bulls sconsigliano l’irruzione, almeno nell’immediato.
I Carabinieri raggiungono la donna e la invitano a collaborare per convincere l’uomo a desistere da iniziative che potrebbero arrecare danno alla sua stessa vita ed eventualmente a quella di altre persone. Nel frattempo sul posto ci sono anche due agenti della Polizia Locale.

Dopo qualche minuto di trattativa l’uomo, con un pianto liberatorio, si convince ad aprire la porta ed a consegnarsi ai Carabinieri che, scortando l’ambulanza sulla quale viene fatto salire, lo accompagnano al Pronto Soccorso per accertamenti di natura psichiatrica.
Mancano due minuti alle ore 10…

[AGGIORNAMENTO]

Colleferro. È stato arrestato dai Carabinieri il giovane che ieri aveva minacciato di suicidarsi mettendo in apprensione l’intero quartiere di Piazza Mazzini