Valmontone. Era nato a Colleferro e vissuto ad Artena il 40enne che ha perso la vita schiacciato da un treno nel pomeriggio di ieri

VALMONTONE – Era un 40enne nato a Colleferro e vissuto ad Artena l’uomo che ha perso la vita sotto il treno regionale 2497 di Trenitalia diretto a Caserta, intorno alle ore 18,30 di ieri, 4 Aprile, nei pressi della stazione ferroviaria di Valmontone.

Al momento (non sono state ancora rese note le generalità) risulterebbe essere una persona della quale settimane fa il padre aveva denunciato la scomparsa da Rimini dove evidentemente la famiglia si era trasferita.

Ancora non è chiara la dinamica dell’incidente che ha avuto forti ripercussioni sulla mobilità dei treni fino alle ore 7 di questa mattina. Solo poco dopo le 2 di notte, infatti, è stato possibile ultimare le operazioni di recupero del corpo, con enormi difficoltà sia per la posizione del cadavere sia per le avverse condizioni meteo.

Già dalle 19,30 Trenitalia aveva predisposto un servizio di navette, per far fronte ai disagi degli utenti, nelle stazioni di Zagarolo e Valmontone. Dalle 23 è stato ripristinato il transito dei treni a senso unico alternato, e solo dalle 7 di questa mattina la circolazione sulla FL6 Roma – Cassino è tornata regolare.

Subito dopo l’incidente – avvenuto come detto intorno alle 18,30 di ieri – sul luogo si sono recati agenti della Polizia Ferroviaria, della Polizia Scientifica ed i Vigili del Fuoco che, dopo aver effettuato i rilievi del caso, hanno estratto il corpo dalla sala montata (asse più ruote del treno) del primo vagone che ha schiacciato ed ucciso, praticamente sul colpo, il 40enne.

Scartata l’ipotesi del suicidio, secondo le prime ricostruzioni l’uomo avrebbe deciso di attraversare i binari proprio mentre passava il treno diretto a Cassino senza rendersi conto del sopraggiungere del convoglio.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top