Tivoli. Controllo del territorio da parte di Polizia di Stato, GdF, Polizia Provinciale e Locale

Nola FerramentaNola Ferramenta
Tivoli. Controllo del territorio da parte di Polizia di Stato, GdF, Polizia Provinciale e Locale
Tivoli. Controllo del territorio da parte di Polizia di Stato, GdF, Polizia Provinciale e Locale

TIVOLI (RM) – Gli agenti del Commissariato di Tivoli e dell’Ufficio di Polizia di Guidonia, diretti dalla dottoressa Maria Chiaramonte, coadiuvati dal personale della Polizia Stradale di Tivoli e dalla Polizia Locale di Guidonia nonché dalla Polizia Provinciale e Guardia di Finanza di Tivoli, ieri mattina hanno proseguito nei servizi di controllo del territorio predisposti dal Questore Fulvio della Rocca.
Nella mattinata sono state controllate 102 autovetture ed identificate 117 persone.
Elevate inoltre 22 contravvenzioni al codice della strada e sottoposti a fermo amministrativo 5 veicoli.
3 persone sono state denunciate all’autorità giudiziaria.
I primi due, cittadini stranieri, sono stati denunciati per il reato di ricettazione poiché trovati in possesso di circa 50 Kg. di cavi di rame mentre il terzo, italiano, per il reato di minacce aggravate.
Verso le 15.00 gli agenti dell’Ufficio di Polizia di Guidonia, sono accorsi in via Tiburtina località Albuccione all’interno del parcheggio dell’Italian Hospital Group, in ausilio di un collega che, libero dal servizio, era riuscito a bloccare un ladro in fuga.
In particolare, alle 15.00 antecedenti, l’agente libero dal servizio, mentre si trovava all’interno di un centro commerciale al Tiburtino, aveva notato un giovane fuggire da un negozio di abbigliamento inseguito dalla commessa.
Non ha perso tempo il poliziotto che ha iniziato a rincorrere il ragazzo.
Questo, accelerando la sua fuga, si è diretto in via Tiburtina per poi nascondersi all’interno della struttura dell’ospedale Italian Hospital Group.
Raggiunto dal poliziotto, il giovane, identificato per P.M.A., romeno di 25 anni, con vari precedenti di Polizia, è stato bloccato.
Quando sono arrivati gli agenti in ausilio del collega, il ragazzo, è stato accompagnato al Commissariato, dove è stato arrestato per furto aggravato.
Sentiti i testimoni, la Polizia ha verificato che insieme all’arrestato c’era anche un’altra persona che però era riuscita a scappare.
I due, in un momento di distrazione della commessa, erano riusciti a rubare alcuni capi d’abbigliamento per un valore di circa 400 euro, nascondendoli in una borsa.
La refurtiva, successivamente recuperata, è stata restituita dalla Polizia al proprietario del negozio.
Proseguono le indagini degli investigatori per identificare il complice dell’arrestato.