Segni. Tre consiglieri di maggioranza costituiscono il “gruppo misto”. «Le nostre aspettative sono state deluse…»

Nola FerramentaNola Ferramenta

I Consiglieri di maggioranza Alfredo Spigone, Enzo Guidi e Stefano Salvitti

I Consiglieri di maggioranza Alfredo Spigone, Enzo Guidi e Stefano Salvitti

SEGNI (RM) – Dopo le dimissioni dell’Assessore al Bilancio, Cristina Vittori (•>), tre consiglieri di maggioranza del Comune di Segni – Alfredo Spigone, Enzo Guidi e Stefano Salvitti – lasciano il gruppo al quale erano iscritti dall’inizio della consiliatura per costituire un gruppo misto.
In una lettera al Sindaco spiegano i motivi della loro decisione.

«Egregio Sindaco,
dopo 3 anni di amministrazione di questa Giunta è nostro dovere fare un’analisi oggettiva circa la corrispondenza tra i programmi e gli obiettivi prefissati e propagandati in campagna elettorale e quanto realizzato sinora.
Con grande rammarico dobbiamo ammettere che le nostre aspettative sono state deluse: i principi di competenza, efficienza, ricerca del bene comune che volevamo alla base dell’azione amministrativa sono stati di fatto disattesi. Del nostro programma elettorale non solo è stato realizzato pochissimo, ma non si sono creati nemmeno i presupposti per concretizzare il mancante.
Per evitare che alcune scelte causassero gravi ed irreparabili danni al paese siamo stati costretti a prendere pubblicamente posizione contro la maggioranza (pur facendo parte di essa) come nel caso della vicenda inerente le affrancazioni dei terreni ex IPAB Milani-Rossi, (e i fatti ci hanno dato ragione).
Più volte abbiamo espresso la nostra contrarietà su molte decisioni, decisioni prese, tra l’altro, senza quasi mai sentire il bisogno di un confronto preventivo con tutti i consiglieri di maggioranza. Come ad esempio sulla proposta di deliberazione n.27 del 25.09.2017 (UNI/8), proposta dalla cui lettura emerge che non solo abbiamo rischiato di adottare in Consiglio un atto inutile dal punto di vista tecnico-urbanistico ma, addirittura, con dei fortissimi dubbi di legittimità, motivo, quest’ultimo, che l’ha costretta (su nostre pressioni) a ritirarla per ben due volte dall’ordine del giorno del consiglio comunale.
Da ultimo, le dimissioni dell’assessore al bilancio, atto grave e con conseguenze importanti, del quale non ha tempestivamente informato i consiglieri di maggioranza che, invece, avrebbe dovuto immediatamente convocare, dimissioni delle quali siamo venuti a conoscenza in maniera assolutamente inusuale: tramite una p.e.c. inviata proprio dall’ex assessore Cristina Vittori (diversi giorni dopo l’accaduto e quando ormai le dimissioni erano divenute definitive).
A questo punto, considerato che l’azione amministrativa ha preso una direzione che non corrisponde più ai principi e ai programmi iniziali, Le comunichiamo, in conformità al disposto del Regolamento del Consiglio Comunale, la costituzione di un gruppo consiliare misto, che si distingue da quello in cui siamo stati eletti.
Il gruppo, senza “passare” all’opposizione, valuterà di volta in volta se accordare o no la fiducia alle proposte della Giunta e sarà di stimolo per il rispetto del documento programmatico presentato in campagna elettorale, disponibile al confronto costante con la Giunta ed il suo gruppo consiliare (attraverso incontri tra i due capigruppo ed il Sindaco) .
Altre strade potevano essere percorse, abbiamo scelto la più coerente al mantenimento del patto con i cittadini, alla luce del sole, lontani da accordi di palazzo, con lo scopo di essere vigili sul rispetto delle promesse fatte».

F.to I consiglieri comunali: Alfredo Spigone, Enzo Guidi, Stefano Salvitti

Potrebbero interessarti anche...

Top