Rocca Priora. Nasce la Fondazione Horse Museum e s’inaugura la mostra ‘La libertà e il cavallo’

Nola FerramentaNola Ferramenta

ROCCA PRIORAPer festeggiare la nascita della Fondazione Horse Museum, la fondazione e il comune di Rocca Priora hanno deciso di organizzare una mostra dedicata al cavallo e al senso di libertà che esprime.

Una libertà che provano i ragazzi quando galoppano nei prati del Vivaro sotto Rocca Priora, ma anche una libertà che diventa creatività quando il cavallo viene interpretato da artisti che usano diversi materiali.

La Fondazione Horse Museum è nata dalla collezione di Maria Vittori e Claudia Bettiol e promuove un modello educativo per i giovani e giovanissimi atleti che si avvicinano agli sport equestri.

Il motto della Fondazione è che “non tutti i bambini diventeranno campioni, ma tutti possono diventare persone migliori grazie al mondo degli sport equestri e dell’arte”.

Pubblicità su Cronachecittadine.itPubblicità su Cronachecittadine.it

Il sindaco Anna Gentili ha fortemente voluto questa esibizione per sottolineare l’impegno di Rocca Priora con il corso di laurea appena istituito in discipline equestri dell’Università del Foro Italico e con la recente assegnazione dei mondiali di Completo e di Attacchi del 2022 proprio al vicino centro equestre del Vivaro.

E proprio per avvicinare Rocca Priora e i Castelli ai Campionati del Mondo, sarà presentato il libro catalogo della mostra scritto in tre lingue: italiano, inglese e cinese.
Questo anche in omaggio al 2020 che è stato dichiarato l’anno della Cultura e del Turismo cinese.

La mostra espone alcuni oggetti della collezione ed alcune opere di artisti che hanno voluto interpretare a loro modo il rapporto fra uomo e cavallo.
Fra le opere esposte ci sono oggetti da tutto il mondo: Canada, Grecia, Svezia e Spagna.
Roberto Scardella, Karin Lindström, Dario Zezza, Leonardo Caboni, Massimo Argenziano, Elettra Casali e Alessia Tino sono gli artisti che partecipano alla mostra e che terranno Master Class d’arte per i ragazzi del Liceo Artistico San Giuseppe di Grottaferrata.
Poi sarà il liceo a tenere delle lezioni sull’arte e il cavallo ai ragazzi delle scuole di Rocca Priora.

Le fotografie del libro sono state realizzate da Massimo Argenziano, uno dei massimi fotografi sportivi che collabora con la Fise – Federazione Italiana degli Sport Equestri e con la Fei – Federazione Equestre Internazionale.

In occasione della mostra, la Fondazione Horse Museum lancerà un concorso artistico dedicato alle interpretazioni moderne del cavallo al quale potranno partecipare studenti ed artisti in differenti categorie.

Nella presentazione del libro hanno scritto un intervento Marco di Paola, il presidente della Fise, e il prof. Attilio Parisi, il rettore dell’Università del Foro Italico.

La mostra e il concorso hanno inoltre avuto il patrocinio della Regione Lazio, dell’Anci Lazio, del sistema Bibliotecario dei Castelli Romani, dell’istituto Obor.
La curatrice e l’ideatrice della mostra è Chiara Rossi.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top