Frosinone | Alatri. In attesa dell’esito dell’autopsia, indagati otto sanitari dello “Spaziani” in servizio al momento della morte di Alessandro di sette anni

Nola FerramentaNola Ferramenta

FROSINONE | ALATRI – Com’è noto lo scorso 15 Luglio, presso l’Ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone, è deceduto Alessandro, un bambino di sette anni di Alatri.

I genitori lo avevano portato in pronto soccorso a Frosinone perché aveva difficoltà respiratorie ed era risultato positivo al Covid-19 in un test effettuato in farmacia.

Accompagnato dai genitori, Alessandro è arrivato in ospedale intorno a mezzogiorno e mezza. Qui – secondo quanto ricostruito dalla stessa Direzione sanitaria della Asl – «è stato sottoposto a triage con l’attribuzione di un codice verde e l’esecuzione di un tampone, risultato positivo.
È stato inviato immediatamente in pediatria in continuità di pronto soccorso, secondo le procedure aziendali, visitato dal pediatra che ha rilevato un rapido peggioramento delle condizioni cliniche e ha provveduto a chiamare gli anestesisti.
Nel frattempo, era stato anche allertato il 118 per il trasferimento di competenza (avvenuto in altre occasioni anche con elisoccorso).
Il rapido peggioramento delle condizioni cliniche non ha consentito il trasferimento in quanto il paziente non era stabilizzato e quindi non era trasportabile.
Il decesso è intervenuto in breve tempo nonostante l’equipe medica intervenuta abbia effettuato le necessarie manovre di rianimazione».

I genitori, subito dopo il decesso avevano sporto denuncia alla Polizia di Stato, per il mancato trasferimento del figlio in un ospedale più attrezzato, nonostante avessero richiesto più volte che venisse trasferito nella Capitale. Alla Polizia – assistiti dai loro avvocati – avrebbero evidenziato delle vere e proprie negligenze nel trattamento sanitario riservato al bambino in pediatria…

E proprio la Squadra Mobile della Polizia di Stato aveva sequestrato la cartella clinica, mentre la salma veniva messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che disponeva l’esame autoptico sul corpo del bambino.
L’autopsia viene effettuata presso il Policlinico Agostino Gemelli.
I risultati degli esami autoptici, attesi in queste ore, serviranno agli inquirenti per chiarire nel dettaglio quanto è accaduto.

In attesa dell’esito, otto sanitari – in servizio presso l’ospedale Spaziani di Frosinone al momento della morte del bambino di sette anni – sono stati indagati dalla Procura della Repubblica di Frosinone.
L’ipotesi di reato per il personale medico e paramedico è quella di omicidio colposo e l’iscrizione sul registro degli indagati è un atto dovuto.

Comunicato pubblicato ai fini dell’esercizio del diritto di cronaca costituzionalmente garantito e nel rispetto dei diritti della/e persona/e indagata/e (la/le quale/i, in considerazione dell’attuale fase di indagini preliminari, è/sono da presumersi innocente/i fino alla sentenza irrevocabile che ne accerti la colpevolezza).