Controllo del territorio da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone. Impegnate pattuglie di Anagni, Alatri, Cassino, Frosinone, Pontecorvo e Sora

Nola FerramentaNola Ferramenta

FROSINONE – Continuano incessanti i servizi preventivi disposti dal Comando Provinciale Carabinieri in tutta l’area di competenza, al fine di garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini.

Infatti nella giornata di ieri, 19 Gennaio, e nella decorsa notte, personale dei Comandi Compagnia dipendenti hanno svolto mirati servizi per il controllo del territorio, tesi a prevenire i reati di tipo predatorio, il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti nonché le infrazioni al Codice della strada, soprattutto la guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche/stupefacenti e/o psicotrope, attraverso un massiccio controllo alla circolazione stradale sulle più pericolose arterie e snodi di comunicazione delle rispettive giurisdizioni, Caselli Autostradali A1, stazioni ferroviarie oltre che nei pressi di locali pubblici, maggiormente frequentati da giovani.
È stato inoltre svolto il controllo amministrativo di alcuni esercizi pubblici, al fine di incentivare, soprattutto nei giovani, l’adozione di condotte più responsabili così da contrastare non solo all’abuso di sostanze alcoliche ma anche i correlati comportamenti di guida a rischio.

L’imponente dispositivo preventivo, che ha visto l’impiego complessivo di 70 militari, suddivisi in 35 pattuglie, ha permesso al personale impiegato di conseguire i seguenti risultati:

§ Nel territorio della Compagnia di Frosinone:

a) In Frosinone, personale del locale Comando Compagnia, del N.O.R.M., unitamente a personale del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, traeva in arresto un 27enne di nazionalità nigeriana poiché colto nella flagranza dei reati di “lesioni personali gravi e resistenza a P.U.”.
L’uomo – ospite presso una cooperativa per richiedenti asilo politico di Frosinone – veniva sorpreso dai militari operanti, mentre, in una pubblica via di questo capoluogo, si scagliava con inaudita violenza nei confronti di una 31enne, sua connazionale ed anch’essa ospite presso una medesima struttura ma sita nel Comune di Ripi, cercando poi di assicurarsi la fuga allontanandosi dal luogo dell’aggressione. Inseguito a piedi dai militari operanti una volta raggiunto, poneva in essere una forte resistenza nei loro confronti per evitare la cattura, cercando ripetutamente di divincolarsi ma senza riuscire nel suo intento poiché veniva definitivamente fermato.
Nel frattempo veniva richiesto l’intervento di personale del 118 che, una volta giunto sul posto, provvedeva a trasportare la vittima presso il pronto soccorso del locale nosocomio dove veniva ricoverata per ulteriori accertamenti e con una prognosi iniziale di 40 giorni.
L’uomo è stato dichiarato in arresto ed associato presso la Casa Circondariale di Frosinone (foto a lato).

b) In Frosinone, veniva deferito in stato di libertà, un 36enne di Fontana Liri poiché resosi responsabile del reato di “guida in stato di ebbrezza” con un tasso alcolemico di 1,56 g/l.

c) In Frosinone, venivano segnalati alla Prefettura di Frosinone un 41enne del capoluogo ed un 32enne di Fontana Liri poiché resosi responsabili di “detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale non terapeutico”. Poiché trovati in possesso rispettivamente di gr. 0,20 e gr. 0,60 di “cocaina, nel medesimo contesto operativo il tutto sottoposto a sequestro. Inoltre il 32enne veniva deferito in stato di libertà alla competente A.G., poichè a seguito dei previsti accertamenti, risultava inosservante al F.V.O, dal Comune di Frosinone.

§ Nel territorio della Compagnia di Alatri:

a) In Alatri, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, controllavano ed identificavano un 36enne di Frosinone, (già avvisato orale) poiché sorpreso con fare sospetto e senza giustificato motivo nei pressi di obiettivi sensibili e quindi proposto per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Alatri per anni tre.

b) In Alatri, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, coadiuvati dal personale del Nucleo Cinofili Carabinieri di Roma – Ponte Galeria, con unità antidroga, segnalavano alla Prefettura di Frosinone, un 28enne del luogo ( già gravato analoghe vicende penali/amministrative sempre in materia di sostanze stupefacenti) poiché resosi responsabile di “detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale non terapeutico”.S ottoposto a perquisizione personale e domiciliare veniva trovato in possesso di 2 (due) pezzi di sostanza stupefacente, uno del tipo “hashish” del peso netto di gr.0,56 ed uno del tipo “marijuana” del peso netto di gr. 0,3.

c) In Fiuggi, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, congiuntamente a personale del N.O.R.M. – Aliquota Radiomobile, del Nucleo Carabinieri Antisofisticazioni e Sanità di Latina e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Frosinone, procedeva al controllo dei sottoindicati esercizi commerciali al termine dei quali hanno proceduto alla contestazione delle seguenti infrazioni;
in due Bar, siti in Fiuggi il controllo permetteva di appurare che relativi gestori si rendevano responsabili rispettivamente della “violazione delle norme in materia igienico-sanitaria” “(alimenti non conservati in maniera idonea ) ed “inadeguatezza dei requisiti generali” (alimenti accantonati unitamente a generi non alimentari) con richiesta di applicazione delle prescrizioni disposte dalla Asl” Per tal motivo nei confronti del primo gestore veniva elevata una sanzione amministrativa di Euro 1.000 mentre nei confronti del secondo, a seguito della violazione riscontrata, se non ottempererà alle disposizioni impartite dalla competente Asl, verrà elevata sanzione amministrativa di Euro 2.000.

in un Night Club/discoteca, sito in Veroli, il controllo permetteva di appurare che i relativi gestori, un 70enne di Alatri (già gravato da vicende penali per reati inerenti prostituzione, truffa, ricettazione, minacce, falso) ed un 62enne di Frosinone (già gravato da vicende penali per truffa, false dichiarazioni, lesioni) , si rendevano responsabili della violazione delle “norme in materia igienico –sanitaria” (locale cucina assolutamente non idonea alla preparazione degli alimenti) e, per tal motivo, veniva elevata nei loro confronti una sanzione amministrativa di Euro 1.000. Inoltre veniva riscontrata loro la violazione “dell’inadeguatezza dei requisiti generali” con richiesta di applicazione delle prescrizioni della competente Asl che, se non ottemperate, saranno sanzionate amministrativamente con una somma di 2mila euro.

§ Nel territorio della Compagnia di Anagni:

a) Venivano deferiti in stato di libertà:
– un 58 enne di Anagni, poiché resosi responsabile del reato di “furto aggravato” in quanto, dopo avere subito il distacco per morosità della fornitura di gas, approfittando delle circostanze di tempo e luogo, manometteva il sigillo di chiusura;
– un 35enne di Ferentino, poiché resosi responsabile del reato di “furto aggravato” in quanto allacciava abusivamente la propria utenza elettrica bypassando il contatore staccato per morosità;
– un 33enne di Anagni, poiché resosi responsabile del reato di “guida in stato di ebbrezza alcolica”, in quanto sorpreso alla guida del proprio autoveicolo con tasso alcolemico pari a 1.28 g/l, con contestuale ritiro della patente di guida e sequestro dell’autovettura;
– un 32 enne di Anagni, poiché resosi respoonabile del reato di “guida in stato di ebbrezza alcolica”, in quanto sorpreso alla guida del proprio autoveicolo con tasso alcolemico pari a 0,8 G/L., con contestuale ritiro della patente di guida e sequestro dell’autovettura;
– un 37enne di Pontecorvo, poiché resosi respoansabile del reato di “guida senza patente” poiché revocatagli, con contestuale sequestro dell’autovettura;
– un 38 enne di Gorga (RM), poiché resosi responsabile del reato di “lesioni aggravate” in quanto, aggrediva un cittadino di Anagni nella sua abitazione per futili motivi, con una mazza di legno, sottoposta a sequestro. Nella circostanza venivano sottoposti a sequestro cautelativo anche 4 fucili da caccia regolarmente detenuti presso la propria abitazione.

b) Venivano segnalati alla Prefettura di Frosinone quattro giovani, un 21enne residente a Paliano,un 30enne residente a Serrone, un 58enne di Anagni ed un 55enne di Ferentino poiché resisi responsabili ella violazione amministrativa di “detenzione di sostanza stupefacente per uso personale non terapeutico“, poiché trovati in possesso di sostanza stupefacente per un peso complessivo 8,3 grammi (tipo cocaina, hashish e marijuana) ;.

c) Veniva inoltrata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. (foglio di via obbligatorio) con divieto di far ritorno nella “Città dei Papi”, nei confronti di due persone (uno residente in questa Provincia e l’altro, cittadino Rumeno e residente nella Provincia di Roma), poiché sorpresi con fare sospetto e senza giustificato motivo nei pressi di obiettivi sensibili siti nel comune di Anagni .

§ Nel territorio della Compagnia di Cassino:

In San Vittore del Lazio, veniva sequestrata amministrativamente un’autovettura nei confronti del proprietario, un 34enne del luogo, poiché, a seguito di accertamenti successivi ad un incidente stradale, l’autovettura risultava sprovvista di assicurazione di responsabilità obbligatoria contro terzi. Il veicolo veniva posto sotto sequestro, mentre, nei confronti dell’uomo veniva elevata una sanzione amministrativa di € 868, con la decurtazione di 5 punti sulla sua patente di guida.

§ Nel territorio della Compagnia di Pontecorvo:

a) Venivano deferito in stato di libertà un 33enne residente a Fontana Liri , un 53enne residente a Carinola (CE) e un 51enne residente a Piedimonte San Germano (FR), per “guida in stato di ebbrezza” poiché trovati con un tasso alcolemico pari a g/l 3,09, g/l 1,04 e g/l 1,77. Nei loro confronti i militari operanti procedevano al ritiro della patente di guida, mentre nei confronti dell’ultimo si procedeva altresì al sequestro amministrativo del veicolo;

b) Veniva segnalato alla Prefettura di Frosinone, un 29enne residente ad Arce, incensurato, poiché resosi responsabile della violazione amministrativa di “detenzione di sostanza stupefacente per uso personale non terapeutico”, poiché trovato in possesso di 2 (due) involucri contenente sostanza stupefacente del tipo di “hashish” (per un peso complessivo di grammi 3.49) nonché di un coltello a serramanico lungo cm 18, e pertanto denunciato per “”porto abusivo di Arma”. Nel medesimo contesto operativo, sia lo stupefacente che il coltello, venivano sottoposti sotto il vincolo del sequestro a sequestro.

c) In Ceprano, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, controllavano 4 persone, un 39enne, residente a Fiuggi, (già gravato da vicende penali per reati contro la persona e il patrimonio), un 33enne residente in Terracina (già gravato da reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti), un 46enne residente in Caivano (NA) e gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio ed una 54enne, domiciliata a Caivano (NA) e già gravata da vicende penali per reati contro il patrimonio e la persona, poiché sorpresi nei pressi di obiettivi sensibili siti nel predetto comune con fare sospetto e senza un giustificato motivo. Pertanto i quattro venivano proposti per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di far ritorno nel comune di Ceprano per anni tre

§ Nel territorio della Compagnia di Sora veniva inoltrata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. nei confronti di due persone,(uno residente in Alatri e l’altro del capoluogo ed entrambi gravati da vicende penali per reati contro il patrimonio) poiché sorpresi con fare sospetto e senza giustificato motivo nei pressi di obiettivi sensibili.

Inoltre nel corso dell’intera attività preventiva in ambito provinciale venivano controllati 280 veicoli, identificate 345 persone, eseguite 10 perquisizioni( tra personale, veicolari e domiciliari) , controllati 9 esercizi pubblici (nei 3 di Fiuggi venivano elevate sanzioni amministrative) ed elevate 25 contravvenzioni al C.d.S.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top