Colleferro. Un pubblico di qualità per la Partita del cuore “Facciamo un goal per salvare la vita”. [Foto]

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (RM) – Si è disputata, Sabato 4 Giugno al Stadio Comunale di Via Berni a Colleferro, la Partita del cuore “Facciamo un goal per salvare la vita” che ha visto contrapporsi le Squadre de “Le Forze dell’Ordine” (Carabinieri, Polizia Locale, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza), e “gli Studenti Scienze Infermieristiche/Avis di Gorga”.

L’evento, giunto alla sua seconda edizione, è stata possibile grazie alla tra Avis Gorga e Alex Under Events e la partecipazione di Avis Carpineto Romano, con il Patrocinio del Comune di Colleferro.

Presenti alla manifestazione l’Assessore con delega a “Istruzione, Sport, Politiche giovanili e Spettacolo” del Comune di Colleferro Sara Zangrilli, al Sindaco di Gorga Nadia Cipriani con il Consigliere Delegato Sanità e Politiche Sociali Eddy Menichelli.

Anche se non particolarmente nutrito, causa forse il primo vero week end estivo, il pubblico era presente ed è stato partecipe alle azioni in capo, anche grazie alla telecronaca curata dal sempre bravo Gilberto Perica. Intermezzo di grandi emozioni affidato a Sara Caratelli e Raffaella Parenti, che con la loro stupenda voce hanno allietato l’evento.

La partita in campo è stata particolarmente intensa e combattuta, finendo al 90° con il risultato di 2-2, ed in parità è finita anche dopo i calci di rigore… con il risultato di 8-8, quindi sono stati totalizzati ben 20 goal, che hanno messo a dura prova le ugole dei tifosi nell’incitamento delle rispettive squadre! … e non poteva finire che in parità una partita giocata con il cuore e la voglia di aiutare chi soffre.

L’iniziativa, a titolo benefico, ha previsto quest’anno di donare il ricavato dell’incasso all’Associazione onlus “Lollo 10”, recentemente costituitasi nel ricordo di Lorenzo, figlio di Severina e Maurizio Caschera, scomparso nel mese di agosto per un male terribile, che hanno voluto trasformare il loro immenso dolore in una solidarietà diffusa con l’obiettivo di aiutare i reparti di reparti di Neurochirurgia infantile, di Radioterapia oncologica e di Oncologia pediatrica del policlinico Gemelli di Roma per rendere confortevole e dignitoso l’ambiente di terapia, perchè come amano dire “Non possiamo aiutare tutti, ma tutti possiamo aiutare qualcuno”.

Un arrivederci al prossimo anno con la speranza di una sempre maggiore partecipazione da parte dei cittadini per condividere progetti di aiuto e solidarietà.

Eledina Lorenzon

 

Potrebbero interessarti anche...

Top