Colleferro. Tossicodipendente in cura presso il Sert sorpreso alla stazione senza documenti e con due interi ricettari rubati al Pronto Soccorso. Denunciato dalla Polfer

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO – Nella mattinata del 30 Marzo, proprio mentre pubblicavamo la notizia della chiusura del Posto di Polizia Ferroviaria di Colleferro, gli uomini della Polfer continuavano senza sosta nel loro lavoro di controllo e repressione della micro criminalità.

Nel corso della mattinata, infatti, durante l’attività di controllo presso la Stazione di Colleferro è stato fermato e denunciato un cittadino italiano di 35 anni, residente a Cave, tossicodipendente in cura presso il Sert di Colleferro.

L’uomo, privo di documenti di identificazione è stato trovato in possesso di ben due interi ricettari della Regione Lazio sottratti nella precedente notte, furtivamente, proprio presso il locale Pronto Soccorso dell’Ospedale Parodi Delfino dove era andato per il metadone.
Insieme ai ricettari, sono stati rinvenuti altri oggetti vari sempre sottratti al Pronto Soccorso ed un… uovo di Pasqua.

Il riconoscimento del giovane è stato possibile in tempi brevi grazie allo Spaid (Sistema Periferico di Acquisizione delle Impronte Digitali), un piccolo dispositivo – in dotazione alla Polfer da qualche settimana – in grado, attraverso le impronte digitali, di rilevare l’identità dei soggetti fermati presso la stazione o sui treni.

Il trentacinquenne è stato denunciato a piede libero.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top