Elezioni Europee ed Amministrative 2024Elezioni Europee ed Amministrative 2024

Colleferro. Molto seguita ed estremamente interessante la presentazione del libro “La ricreazione è finita” di Dario Ferrari

Nola Ferramenta outfitNola Ferramenta outfit

COLLEFERRO (Eledina Lorenzon) – Dopo l’emozione del pomeriggio dedicato alla presentazione dei dodici finalisti del Premio Stregache si è tenuta presso il Teatro Vittorio Veneto a Colleferro nella giornata di Venerdi 3 Maggio un altro importante evento Sabato 4 presso la Biblioteca Comunale R. Morandi grazie all’incontro con Dario Ferrari e la sua ultima opera letteraria dal titolo “La ricreazione è finita” edito da Sellerio (2023).

Farmacia Comunale Colleferro ScaloFarmacia Comunale Colleferro Scalo

Una presentazione davvero fantastica e coinvolgente che si è trasformata in una chiacchierata tra amici grazie alla simpatia dell’autore ed alla bravura e professionalità della moderatrice Roberta Bruno. per l’Amministrazione Comunale era presente la d.ssa Caterina Iacono, Responsabile della Biblioteca.

Considerato da Antonio D’Orrico giornalista, critico letterario e saggista, “il più bel romanzo degli ultimi tempi. Fra noir epico e commedia al fiele”, il libro si è aggiudicato il Premio Flaiano Narrativa 2023, il Premio Satira 2023, il “Premio Libro dell’anno Fahrenheit 2023” scelto fra i dodici libri di ogni mese selezionati fra le opere letterarie di narrativa pubblicate nell’anno da case editrici piccole e medie d’Italia ed il “Premio Mastercard Letteratura” lo scorso Dicembre nel corso della manifestazione “Più libri più liberi” che si è tenuta a Roma.

Ecoerre-Poliambulatorio_SpecialisticoEcoerre-Poliambulatorio_Specialistico

Protagonista del libro è Marcello Gori, viareggino, che riesce a laurearsi, non senza difficoltà, a un decennio dall’iscrizione! Trentenne un po’ spiantato, che rimedia a fatica qualche centinaio di euro ogni mese, naturalmente quasi tutti in nero, che riesce a guadagnare come improvvisato cameriere, lezioni private ed aggiornamenti di siti web di produttori di tessuti.
Vive necessariamente ancora con la madre, separata dal padre che è proprietario di un bar e di cui Marcello si disinteressa totalmente.
Per caso partecipa ad un concorso indetto dell’Università di Pisa, per due borse di studio triennali classificandosi terzo, ma grazie alla rinuncia della prima vincitrice, ottiene l’insperato assegno triennale di ricerca. Il risultato lo inorgoglisce ed è deciso ad impegnarsi nella sua ricerca che, come gli impone il potente relatore prof. Sacrosanti, dovrà essere dedicata all’opera di Tito Sella, intellettuale della sinistra extra-parlamentare, incarcerato per aver partecipato ad azioni anarchiche alla fine degli anni Settanta con il gruppo di brigatisti denominati i “Ravechol”. Si erano resi protagonisti del rapimento e dell’uccisione del Giudice Altieri ed in un successivo scontro a fuoco con la polizia i componenti della banda vengono tutti uccisi, tranne il Sella che in carcere studia e scrive un libro dal titolo “Fantasima”, che risulta smarrito.
Naturalmente come riportato nelle “Note dell’autore” la vicenda dei Ravachol è un prodotto di fantasia…, ma ”molte delle azioni che questi personaggi compiono e soprattutto i particolari che potrebbero apparire più inverosimili o grotteschi, sono spesso ricalcati su operazioni realmente avvenute nel contesto dei cosiddetti Anni di piombo”.

Con grande professionalità la prof.ssa Russo ha evidenziato come “La ricreazione è finita” ricostruisce l’atmosfera degli anni di piombo, lasciando il giudizio in sospeso, ma con un tocco di ironia che si può comprendere appieno solo attraverso la lettura del libro, che consigliamo vivamente.
Nel contempo il libro offre uno spaccato attuale del mondo universitario italiano con i suoi aspetti sia positivi che negativi, un mondo in cui non sempre il merito viene riconosciuto, rimarcando come possa a pieno titolo definirsi anche un romanzo di formazione, perché la ricerca sulla vita di Tito Stella, costringe Marcello Gori a ripensarsi, a capire chi vuole essere e che qualche decisione nella vita la può e la deve necessariamente prendere ed alla fine troveremo un Marcello diverso, certamente più consapevole di se stesso!
Lasciamo ai lettori la scoperta di un finale decisamente inaspettato!!!

A chiusura della bella presentazione un cordiale e animato scambio di impressioni e domande da parte del pubblico presente a cui l’autore ha risposto con grande disponibilità!!!

Dario Ferrari è nato a Viareggio, ha studiato Filosofia a Pisa dove ha conseguito un dottorato di ricerca. Ha esordito nella narrativa con La quarta versione di Giuda (Mondadori 2020).