Colleferro. La “corsa contro la fame” dell’I.C. “Margherita Hack”. Quest’anno in favore della Repubblica del Congo…

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO – Dopo mesi e mesi di chiusure, Did, Dad, Lock-Down e il fardello terribile del covid, nove classi della scuola secondaria di primo grado “Leonardo da Vinci” plesso dell’Istituto Comprensivo “Margherita Hack”, hanno vissuto una giornata indimenticabile… meravigliosa… unica e sicuramente da ripetere!

La corsa contro la fame è un progetto completamente gratuito aperto alle scuole, promosso dalla Onlus Azione contro la fame, con l’obiettivo di responsabilizzare i ragazzi verso tematiche sociali, con attenzione al problema della fame nel mondo.
Azione contro la Fame Onlus è un’organizzazione umanitaria internazionale riconosciuta leader nella lotta contro la malnutrizione: il tema della fame nel mondo e le cause che la provocano, sono argomenti della massima rilevanza.

Lo staff del progetto, all’inizio di questo anno scolastico, ha fornito alla scuola “Leonardo da Vinci” tutto il materiale e la consulenza necessaria; così la referente del progetto prof.ssa Marina Proietti assieme alla prof.ssa Gisa Messina, docenti rispettivamente di scienze motorie e di lettere, hanno coordinato le varie attività propedeutiche al giorno della corsa, che si è svolta appunto il giorno 06 di maggio, presso il campo sportivo sito di fronte la scuola “Leonardo da Vinci”.
Le classi coinvolte sono state le prime, le seconde e le terze dei corsi G-H-I.

Le docenti hanno condiviso con i ragazzi i Kit didattici multidisciplinari, che hanno permesso di lavorare su temi come siccità, cambiamenti climatici, guerre e molto altro.
A metà anno scolastico sono intervenuti degli esperti che hanno promosso interventi didattici, grazie a video e materiali didattici.
Così, i ragazzi sono entrati in azione andando a sensibilizzare parenti e amici con l’uso del Passaporto solidale.
La cifra complessiva raccolta è stata di 7 mila e 100 euroooo!!!! 255 kit salvavita con 250 studenti delle medie!
Un enorme successo, una grande soddisfazione per tutti. Un grazie speciale va all’azienda Thermo Fisher di Ferentino che ha contribuito con una donazione davvero generosa.

Anche la classe II F ha contribuito con un kit salvavita. Una bella soddisfazione! I discenti, oltre ad acquisire competenze relazionali e interculturali, sono stati coinvolti in toto, diventando parte attiva del processo di apprendimento, con un modello di responsabilizzazione innovativo.

Inoltre hanno potuto approfondire le scienze dell’alimentazione introducendo i temi di funzione nutritiva, controllo dell’alimentazione e conseguenze fisiche e psichiche della malnutrizione e della denutrizione. Insomma si è potuto lavorare trasversalmente sull’educazione civica e sull’educazione alla cittadinanza, mostrando ai ragazzi come operano organizzazioni internazionali di cooperazione e sviluppo. Parlare di ambiente, cambiamenti climatici e alimentazione è importante anche in riferimento ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, da raggiungere entro il 2030.

Uno dei valori principali riconosciuti alla Corsa contro la fame, è la Trasversalità di progetto e la multidisciplinarietà delle attività didattiche.

Ogni anno la Corsa è dedicata a un Paese diverso, in cui Azione contro la Fame Onlus opera per combattere fame e malnutrizione.
Il Paese focus della Corsa contro la Fame 2020 è la Repubblica Democratica del Congo, infatti sia il Kit didattico che le varie attività in classe si sono incentrate su questa nazione dove i conflitti, la povertà e i cambiamenti climatici stanno portando sempre più persone ad avere carenza di acqua e di cibo.

Le docenti Proietti e Messina hanno potuto approfondire le cause e le conseguenze della fame nel mondo, anche con laboratori extracurricolari, che hanno letteralmente coinvolto i discenti, felici di sperimentare esperienze nuove, specialmente dopo quasi due anni di distanziamenti, di ristrettezze e di rinunce.

Vivere lo sport in modo inclusivo e non competitivo attraverso l’evento finale della Corsa ha generato felicità in tutti: Dirigente Scolastico dott.ssa Maria Giuffrè (a cui va un ringraziamento speciale, per accogliere e sposare sempre con grande entusiasmo, iniziative che mirano a rendere i ragazzi più consapevoli e responsabili verso queste tematiche) alunni, famiglie e Personale Ata.

Il giorno della tanto agognata Corsa, poi è finalmente arrivato! È stato a dir poco commovente rivedere i ragazzi correre felici, finalmente all’aria aperta!
Un’esplosione di gioia, di felicità ha pervaso gli animi di tutti. E questo è stato sicuramente uno dei ricordi più belli di questo difficile anno scolastico.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top