Colleferro. Karate. Una bella giornata di sport al Palazzetto “Alfredo Romboli”. “Anni d’Argento Tinti d’Azzurro”: premiazione di atleti e dirigenti nazionali degli anni ’70, ’80, ’90

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO – È stata proprio una bella giornata di sport, quella vissuta lo scorso 26 Giugno presso il Palazzetto dello Sport “Alfredo Romboli” di Colleferro.

L’occasione è stata la premiazione di atleti e dirigenti del karate (tesserati Fijlkam/Coni) degli anni ’70, ’80, ’90 organizzata dall’Anaoai (Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d’Italia) – nell’ambito del Progetto “Anni d’Argento Tinti d’Azzurro” – attraverso il Presidente provinciale Giovanni Grauso ed i karateka, consiglieri provinciali di Roma, M° Claudio Culasso e M° Claudio Granatiero, con la preziosa collaborazione in loco del “nostro” M° Emilio Liguori.

Estate a Teatro

Alla premiazione erano presenti, per il Comune di Colleferro, il Sindaco Pierluigi Sanna e l’Assessore allo Sport Sara Zangrilli, per l’Anaoai, c’erano lo stesso Presidente provinciale Giovanni Grauso e gli organizzatori “operativi” tra i quali il M° Claudio Culasso, chiamato a presentare la manifestazione.

Mentre sullo sfondo passavano le immagini celebrative di tanti successi sportivi a tutti i livelli, sul “palco” – ricavato in un angolo del palazzetto dello sport – sfilavano le glorie che hanno fatto grande l’Italia del karate anche ben oltre i confini nazionali.

Impossibile nominarli tutti, ma tutti erano felici ed orgogliosi di esserci. Non si è trattato di una semplice “rimpatriata”, ma di un momento di condivisione tipico di chi ha dedicato una vita ad una disciplina sportiva dalle tradizioni immense.

Gli aneddoti ed i ricordi di molti dei premiati hanno dato colore e calore all’intero evento, pensato ed organizzato anche e soprattutto con l’intento di richiamare a chiare note il principio della non violenza nella pratica delle arti marziali e nelle discipline di combattimento, prendendo le distanze da fatti come la tragica morte di Willy Monteiro Duarte.
Ed è proprio dedicata a lui la targa, destinata alla famiglia Monteiro, e consegnata alle mani del Sindaco Sanna, che l’organizzazione ha fatto realizzare per l’occasione.

«Il periodo che abbiamo trascorso a causa della pandemia – ha affermato il Sindaco Pierluigi Sanna – , e che non è ancora finito, ha diviso le persone, ha diviso le comunità, come quelle sportive. Ritrovarsi oggi è un’occasione, un’opportunità per riavvicinarci ad una “vita normale”, per quanto normale possa essere considerata una vita con la mascherina…
Come umili amministratori della cosa pubblica, sono convinto che dobbiamo continuare a sostenere, in ogni ambito, le discipline sportive che favoriscono l’aggregazione, e gli eventi come questo che ricordano, sviluppano memoria, valorizzano ed uniscono le persone».

«Per noi è un piacere oggi ospitarvi qui – ha aggiunto l’Assessore Sara Zamgrilli – perché in questo palazzetto negli ultimi sei anni si sono svolti molti eventi dedicati al karate perché questo nella nostra visione è sempre stato il palazzetto di tutti gli sport, il palazzetto di tutti, aperto non solo alla nostra comunità cittadine ma anche alle altre.
Abbiamo in mente di realizzare a Colleferro un palazzetto esclusivamente dedicato alle arti marziali. Speriamo di riuscire a realizzarlo prima della fine del mandato così da poter ospitare lì eventi di un certo livello che ci sono stati spesso segnalati dal M° Emilio Liguori.
Sappiamo da quanto tempo era stata organizzata e programmata questa manifestazione, rinviata a causa del covid, e vi ringraziamo per essere qui anche a nome della famiglia di Willy…».

«Il Progetto “Anni d’Argento Tinti d’Azzurro – Over 64” – ha spiegato il Presidente Provinciale Anaoai Giovanni Grauso – è propedeutico per stimolare i campioni azzurri ed olimpici a proseguire l’attività sportiva. Abbiamo preso l’età simbolica dei 64 anni perché l’atleta che è stato a grandi livelli – e voi siete la dimostrazione vivente del vostro illustre passato – deve rappresentare un punto di riferimento per i giovani atleti. Voi siete esempi che devono rimanere “sul campo”…
Vi porto i saluti del Presidente Malagò – assente oggi per altri impegni – ma che è tra i promotori di questo progetto…».

Una targa ricordo dell’evento è stata anche consegnata ai giornalisti intervenuti, il nostro Direttore Editoriale Giulio Iannone ed il collega corrispondente de “Il Messaggero” Luigi Biagi.

Un pranzo conviviale ha chiuso la mattinata, lasciando in ciascuno dei partecipanti la sensazione di aver vissuto… un bella giornata di sport…

 

Potrebbero interessarti anche...

Top