Colleferro. “I Suoceri Albanesi”, il 22, 23 e 24 Novembre al Teatro Vittorio Veneto. Intervista con i protagonisti

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO – La Compagnia “Teatro Nuovo” di Valmontone, tornerà in scena a Colleferro, al Teatro Comunale Vittorio Veneto nei giorni 22, 23 e 24 Novembre con la commedia “I suoceri albanesi” di Gianni Clementi diretta ed interpretata dall’infaticabile Luciano Fontana.

La piéce rientra nel quadro di un progetto più ampio nato dalla forte volontà del regista – Luciano Fontana – di portare sul palco numerose commedie dell’autore teatrale Gianni Clementi.
La collaborazione tra la compagnia e Clementi è nata nel 2015 con la messa in scena di “Finché vita non ci separi”, ed è proseguita con “Nemici come prima” (2018).

Ad oggi si è arrivati a lavorare su una delle più recenti opere dell’autore di scrittura applicata allo spettacolo, “I suoceri albanesi”: commedia brillante ambientata nella contemporaneità che mette in rilievo le problematiche sociali legate a forme di pregiudizi, il tutto immerso in una cornice comica.

Pubblicità su Cronachecittadine.itPubblicità su Cronachecittadine.it

 

Dopo l’annuncio – che abbiamo pubblicato qui •> – oggi andiamo a conoscere meglio attori e regista della Compagnia Teatro Nuovo.

Luciano Fontana: Regista e Attore, nei panni di “Lucio”.

– Cosa ti ha spinto a portare in scena quest’opera?
«Ho scelto questo testo perché ammiro e stimo molto l’autore, Gianni Clementi, che ho avuto il piacere di conoscere personalmente e soprattutto, perché tratta spesso tematiche di attualità lasciando sempre nello spettatore un motivo su cui riflettere e confrontarsi. In particolare, questa commedia tratta l’integrazione e va sottolineata la capacità dell’autore nel riuscire comunque a far divertire».

– Oltre alla regia interpreti anche un personaggio. Come sei riuscito a coordinare gli attori in relazione a ciò?
«Quasi sempre interpreto un personaggio e contemporaneamente dirigo gli attori e sono abituato ad “entrare e uscire” dalla scena. Sono molto meticoloso e cerco di portare i ragazzi ad interpretare ogni personaggio in tutte le sue sfaccettature lavorando soprattutto sulle sfumature. Per far comprendere agli attori la mia linea registica mi calo nei panni di tutti i personaggi, pur lasciando loro libertà interpretativa. Abbiamo creato un gruppo di persone fantastico con cui lavoro benissimo in un clima di serenità».

Sara Lorenzini: interpreta “Camilla”.

– Sara, tu sei una delle giovani promesse della compagnia. In che modo ti sei rapportata con i tuoi colleghi, data anche la differenza d’età?
«Sono entrata per la prima volta in compagnia all’età di sedici anni. Ero consapevole di essere la più piccola ma l’esperienza non mi spaventava. Sono sempre stata abituata, in varie occasioni, a confrontarmi con persone più grandi e anche questa volta non è stata da meno. Abbiamo creato subito un gruppo ben affiatato e la differenza d’età non ha fatto altro che arricchirci, la quale ha reso tutto più professionale e allo stesso tempo divertente».

Oreste Piacentini: nella Commedia è “Corrado”.

– Il tuo personaggio mostra una personalità molto forte. Credi che questo valore potrà contribuire ad una performance elevata?
«Effettivamente il personaggio “Corrado Pirani” mette in evidenza la sua spiccata personalità in particolar modo nella professione ricoperta. Oggi, pur essendo in pensione, mostra sempre la sua determinazione e autorevolezza mantenendo costante il suo atteggiamento cortese e determinato. Per quanto riguarda invece la mia performance, il mio impegno sarà totale ma credo che la risposta finale spetti al pubblico».

Selene Fontana: nei panni di “Ginevra”.

– Oltre alla cultura teatrale, hai ereditato da tuo padre le doti recitative. Come ti trovi a lavorare con lui da tanti anni?
«Lavorare sulla scena con mio padre è sempre una grande emozione, sin da quando a sei anni ho recitato per la prima volta con lui. Abbiamo da sempre un feeling naturale che ci consente spesso d’improvvisare, creando simpatiche scene “fuori copione”. Questo legame ci unisce anche al di fuori del palcoscenico; lui rappresenta per me un grande punto di riferimento, una certezza su cui poter contare».

Gianluca Rasulo: interpreta “Lushan”.

– Anche tu sei uno dei più giovani. Come hai colto la possibilità di passare da una scuola di recitazione ad una compagnia teatrale?
«Nel 2017, quando Luciano Fontana mi disse che avevo ottenuto un ruolo nel musical “Un sogno per due” stentavo a crederci; è stato incredibile prendere parte a quel progetto, lo porto ancora nel cuore. Il passaggio dalla scuola alla compagnia è sicuramente motivo d’orgoglio. Inoltre è una grande occasione per dimostrare quanto valgo e per imparare molto. Sono ancora giovane ed è importante che continui a studiare anche perché, un vero attore non smette mai d’imparare».

Mario Girardi: nelle vesti di “Igli”.

– Mario, che difficoltà hai incontrato nell’interpretare un personaggio dalla lingua e cultura estranee alla nostre?
«La difficoltà principale è stata quella di eliminare gli articoli e le doppie consonanti ma dopo qualche prova sono entrato negli “schemi”. Adesso sarà forse più complicato riparlare correttamente in italiano. Il personaggio che interpreto “non ha peli sulla lingua” consentendomi di spaziare apertamente sulla scena».

Eloisa Battisti: in scena “Benedetta”.

– Cosa ti ha stimolato ad accettare la proposta del Regista in un progetto del genere?
«Ho accettato con entusiasmo la proposta di Fontana, spinta dal fatto che lavorare con un professionista come lui sia una garanzia a prescindere. Inoltre mi ha proposto d’indossare i “panni di Benedetta”, un personaggio totalmente diverso da me tanto da non poter lasciare ad altri questa sfida. Lavorare con lui ti dà la possibilità di far divertire il pubblico trattando tematiche sociali e attuali; un’opportunità che nessuno dovrebbe lasciarsi sfuggire».

Attori e regista vi attendono al Teatro Comunale Vittorio Veneto di Colleferro il 22 (ore 21), il 23 (ore 21) ed il 24 Novembre (ore 18).

Non mancate!

Francesco Balducci

 

Potrebbero interessarti anche...

Top