Elezioni Europee ed Amministrative 2024Elezioni Europee ed Amministrative 2024

Colleferro. Elezioni Europee ’24. Al Multisale Ariston “Cronache dal ventre della balena live”, lo spettacolo di Nicola Procaccini per parlare di Europa e non solo

Nola Ferramenta outfitNola Ferramenta outfit

COLLEFERRO – Lunedì 8 Aprile Colleferro sarà teatro della nuova tappa dello spettacolo che l’europarlamentare di Fratelli d’Italia, Nicola Procaccini, ha voluto realizzare e interpretare in prima persona per parlare di Europa in maniera originale, divertente e anche emozionante. L’evento, che è già andato in scena a Latina, Frosinone, Viterbo e Rieti con notevole riscontro di pubblico è in programma presso il Multisale Ariston alle ore 18.

Farmacia Comunale Colleferro ScaloFarmacia Comunale Colleferro Scalo

Sarà uno spettacolo teatrale di politica e musica, pensieri e rime attraverso cui Nicola Procaccini intende trasmettere la sua idea di Europa e parlare di come Fratelli d’Italia intende cambiare l’Unione Europea.

Il titolo, “Cronache dal ventre della balena live”, richiama gli appuntamenti settimanali con cui da Bruxelles, negli ultimi cinque anni, Procaccini ha informato i cittadini sui social circa la sua attività di europarlamentare sottolineando le grandi difficoltà e le enormi contraddizioni di un elefantiaco sistema burocratico che tende a stritolare e inghiottire tutto, proprio come un enorme ventre di balena.

Ecoerre-Poliambulatorio_SpecialisticoEcoerre-Poliambulatorio_Specialistico

«Quello che sto portando in tutto il Lazio – ha detto Procaccini – è uno spettacolo teatrale vero e proprio, nel corso del quale racconto la mia esperienza al Parlamento europeo e parlo di ciò che vorremmo fare nella prossima legislatura. Tutto ciò condito con musica, poesie, immagini, spezzoni di film, artisti che si esibiscono dal vivo, giornalisti, ospiti a sorpresa – ha proseguito Nicola Procaccini – Si tratta di un modo particolare per parlare di politica e del nostro futuro e sono davvero soddisfatto che le persone apprezzino questa modalità di espressione».

Abbiamo avuto modo di fare con Procaccini una chiacchierata a cuore aperto alla vigilia di questo appuntamento elettorale a Colleferro.

– Il suo legame con il territorio è cosa nota e risaputa soprattutto per il ventennale impegno in molteplici ambiti da quello politico a quello sociale e non solo.
Che rapporto ha con questo territorio e perché ha scelto proprio Colleferro per portare in scena la sua politica europea?
E, più on generale, che importanza ha il territorio dell’Area metropolitana nelle prossime elezioni europee di Giugno?

«Colleferro è una città che conosco molto bene e a cui sono legato non solo da ricordi giovanili ma anche da un affetto politico derivante dall’amicizia con il senatore Giorgio Salvitti con il quale appunto abbiamo deciso di scegliere Colleferro come luogo cardine, questo posto è crocevia fra la provincia di Roma di Frosinone e Latina.
Colleferro è importante per tutto ciò che rappresenta oggi anche all’interno dell’Area Metropolitana di Roma Capitale ed è legata ricordiamolo a doppio filo a tutti quei comuni periferici dell’area stessa; comuni che hanno con essa un rapporto, se così possiamo definirlo, di amore ed odio fatto di tanti vantaggi come quello appunto di essere vicini al cosiddetto centro di Roma ma anche quello di trascinare con sé moltiplici problemi anche abbastanza importanti».

– Teatro e politica, un connubio originale: perché la scelta proprio di questa forma comunicativa artistica per parlare di politica?

«È sicuramente qualcosa di originale che ho già sperimentato a Terracina nella mia seconda elezione a Sindaco e ho potuto osservare come parlare di politica utilizzando uno strumento innovativo e non il solito comizio di piazza è una formula che funziona.
In questa ottica il teatro si presta perché permette di raccontare la politica e in questo momento la mia esperienza al Parlamento Europeo, i cinque anni passati e anche la mia scommessa sui prossimi cinque anni attraverso spezzoni di film, sketch cominci e musica dal vivo: è un modo non noioso di raccontare qualcosa e devo dire che anche nelle tappe precedenti di questo spettacolo questa forma è stata apprezzata dal pubblico perché permette di intercettare e coinvolgere un pubblico più ampio e non solo gli addetti ai lavori».

– Quanto ci sarà di personale in questo spettacolo, quanto di politica e quanto di Europa?

«C’è certamente la mia esperienza personale al Parlamento Europeo iniziata con difficoltà e con pregiudizi perché ricordiamo che l’ingresso di Fratelli d’Italia non è stato da subito visto: dai colleghi degli altri partiti non eravamo visti sicuramente di buon occhio e noi, pochi, eravamo additati come personaggi equivoci che di politica poco ne dovevamo sapere.
Racconto poi di come le cose sono cambiate in concomitanza alla vittoria di Fratelli d’Italia alle elezioni politiche con Giorgia Meloni e oggi veniamo invece percepiti non più come nemici della storia ma come una speranza affinché il modello Italia si diffonda in Europa .
In questo spettacolo c’è questa mia esperienza dopo quella bellissima e formativa da Sindaco di Terracina
C’è il senso di questa sfida.
C’è il passato il presente e il futuro che sono perfettamente uniti e amalgamati in un racconto che spero sia divertente e profondo e che regali al pubblico uno spunto di riflessione».

Lo spettacolo è a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Per informazioni e prenotazioni sulla serata di Colleferro, si possono contattare i seguenti numeri di telefono: 0773.763514 e 339.7261128