Cassino. Numerose operazioni svolte nelle ultime 24 ore dai Carabinieri della locale Compagnia

Nola FerramentaNola Ferramenta
Capitano Luca Ciabocco Comandante della Compagnia dei Carabinieri di CassinoR
Capitano Luca Ciabocco Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Cassino

CASSINO (FR) – Sono state numerose le operazioni svolte, nelle ultime 24 ore sull’intero territorio di competenza, dai militari della Compagnia dei Carabinieri di Cassino, agli ordini del Capitano Luca Ciabocco.

Ad ATINA, i militari della locale Stazione, coadiuvati da quelli del NORM delle Compagnie di Cassino e Sora, traevano in arresto nella flagranza dei reati di “furto aggravato in concorso, violenza e resistenza a P.U., danneggiamento aggravato” D.M., 22enne cittadino serbo domiciliato presso un campo nomadi di Napoli e già censito. I militari operanti, a seguito di segnalazione telefonica pervenuta da un cittadino del luogo, si mettevano alla ricerca di un’autovettura Audi A4 sulla quale viaggiavano cinque (5) malviventi (tra cui l’arrestato) che avevano appena perpetrato un furto nell’abitazione di un 49enne di Casalvieri. Intercettata l’autovettura ed intimatogli l’alt, i fuggitivi non si fermavano e speronavano il veicolo militare finendo a loro volta fuori dalla sede stradale. Quattro dei cinque malviventi si davano alla fuga nelle campagne circostanti, mentre il D.M. veniva tratto in arresto. L’Audi A4, che tra l’altro era sprovvista di copertura assicurativa, veniva sottoposta a sequestro, unitamente agli attrezzi da scasso e parte della refurtiva, consistente in denaro contante ed un salvadanaio per un ammontare di euro 350,00 circa, restituiti al legittimo proprietario. Le ricerche dei malviventi, estese a tutto il territorio della provincia di Frosinone ed a quella della vicina provincia di Caserta, sono tuttora in corso. 

A CERVARO, i militari della locale Stazione, nell’ambito di servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, intercettavano e controllavano tre (3) cittadini rumeni domiciliati a Roma e già censiti, mentre si aggiravano con fare sospetto nei pressi di abitazioni isolate di quel Centro. Ricorrendone i presupposti di legge, gli stessi venivano proposti per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre.

San Vittore. La discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi messa sotto sequestro
San Vittore. La discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi messa sotto sequestro

A SAN VITTORE del Lazio, i militari della Stazione di Cervaro, nel corso di controlli ambientali finalizzato a contrastare le violazioni delle norme a tutela dell’ambiente, individuavano una discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi e non (consistenti in materiale da demolizione edili, fresato asfalto, lamine di asfalto e residui di lavorazioni industriali). Il proprietario del luogo, risultato estraneo allo sversamento, veniva sanzionato mentre l’area di 5.000 mq circa veniva circoscritta e sottoposta a sequestro in attesa di bonifica (vedi foto a lato >). 

Ieri in tutto il territorio di competenza della Compagnia di Cassino veniva disposto un servizio a largo raggio, teso alla prevenzione e repressione dei reati in genere ed in particolare ai delitti contro il patrimonio, nonché all’intercettazione della catena di ricettazione di materiale ferroso e in special modo del rame “cosiddetto oro rosso”. Nel corso del servizio venivano conseguiti i seguenti risultati: 

– controllate 24 persone e 18 autoveicoli;

– elevate 4 contravvenzioni al C.d.S.;

– persone arrestate nr.1;

– controllati 3 esercizi pubblici;

– elevate una contravvenzione a leggi speciali.