Carpineto Romano. E’ morto schiacciato sotto una ruspa il 48enne Raffaele Bernabei

Nola FerramentaNola Ferramenta
Roma - L’impianto Ama di Via Salaria, 981
Roma – L’impianto Ama di Via Salaria, 981

CARPINETO ROMANO (RM) – E’ morto schiacciato sotto una ruspa all’interno dell’impianto Ama di Via Salaria, 981, il 48enne di Carpineto Romano Raffaele Bernabei.

L’incidente è accaduto ieri, intorno alle 15 del pomeriggio. Inutili i soccorsi: quando l’ambulanza è arrivata, anche approntando un elisoccorso, era ormai troppo tardi.
Raffaele Bernabei non era un dipendente dell’azienda municipalizzata capitolina, ma di una società appaltatrice che si stava occupando di rifare la segnaletica interna dell’impianto. Mentre si stanno effettuando le indagini per risalire alla dinamica dell’incidente, giungono via via le dichiarazioni delle autorità.

«Mi unisco al dolore della famiglia dell’operaio deceduto all’interno dell’impianto di smaltimento di rifiuti di via Salaria – ha dichiarato il Sindaco di Roma Capitale, Ignazio Marino. – E’ terribile che si possa morire mentre si svolge il proprio lavoro. Come istituzioni siamo chiamati a fare uno sforzo ulteriore per aiutare la diffusione della cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro».

Anche l’Assessore all’Ambiente di Roma Capitale, Estella Marino, che si è recata sul posto per verificare di persona la situazione ha rivolto un «pensiero e la mia vicinanza vanno in questo momento alla famiglia dell’operaio che è rimasto coinvolto nell’incidente».

L’on.le Renzo Carella: «Un mio giovane concittadino, Raffaele, nella giornata di ieri è rimasto vittima di un incidente mortale sul lavoro a Roma. Un’altra morte bianca. Questi sono i giorni del silenzio e del rispetto del lutto per la persona deceduta prematuramente e in maniera tragica, ma la sicurezza sui luoghi di lavoro non può essere ricordata solo in queste drammatiche giornate, ma deve essere impegno costante e concreto per tutti. Voglio esprimere tutta la mia vicinanza alla moglie, ai figli e a tutta la famiglia».

Così il Sindaco di Carpineto Romano: «L’intera comunità di Carpineto Romano, la sua città, si stringe attorno alla moglie ed ai figli non dimenticando la serietà della persona e la dedizione del lavoratore che resterà a lungo nel ricordo collettivo».