Mattia: «Il Comune di Valmontone parte civile nei casi di violenza contro le donne»

Nola FerramentaNola Ferramenta
Eleonora-Mattia
L’Assessore alle Politiche Sociali e Vicesindaco di Valmontone Eleonora Mattia

VALMONTONE (RM) – «Da oggi Valmontone si costituirà parte civile ogni qualvolta, speriamo mai, una donna dovesse restare vittima in paese di qualsiasi violenza. Lo ha deciso la Giunta Comunale per dare un segnale forte e tangibile che la nostra adesione all’iniziativa ‘365 giorni contro la violenza sulle donne’ è seguita da fatti non solo parole». 

Lo ha dichiarato il vice sindaco, Eleonora Mattia, nel corso della presentazione e consegna ufficiale alle scuole dell’opuscolo “Un mondo libero dalla violenza” che, realizzato insieme al Telefono Rosa, illustrare in modo semplice e diretto ai ragazzi e alla ragazze delle scuole i contenuti della Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne. 

«Contrariamente ad altre commemorazioni storiche – aggiunge il vice sindaco, Eleonora Mattia – che celebrano un obiettivo raggiunto, come il 25 aprile o il 4 novembre, la Giornata contro la violenza sulle donne va vista come il primo di 365 giorni di un anno in cui agire, quotidianamente, per dare il proprio contributo concreto alla risoluzione di un problema che, come abbiamo visto a Valmontone insieme alla fondatrice e presidente del Telefono Rosa, Maria Gabriella Carnieri, e ad un’ospite straordinaria come Malalai Joya, parlamentare afgana espulsa per le sue battaglie sui diritti donna straordinaria, presenta numeri e dimensioni allarmanti sia in Italia che nel resto del mondo».