Valmontone. Grande seguito per il concerto “In musica con Giulio” alla Collegiata S. Maria Assunta

Nola FerramentaNola Ferramenta

VALMONTONE (RM) – “In musica con Giulio” è il titolo del bellissimo concerto che si è tenuto Sabato 28 Dicembre alle ore 19.00 presso la Collegiata di S. Maria Assunta a Valmontone.

Un evento che ha avuto come protagonista il flautista Giulio Francesconi, nativo di Valmontone, diplomatosi nel 2003 da privatista con il massimo dei voti presso il Conservatorio A. Casella di L’Aquila. Ha poi seguito vari corsi di perfezionamento e successivamente si è trasferito in Francia. Nel 2012 ha concluso i suoi studi paralleli al Conservatorio Superiore e all’Università di Strasburgo con il massimo dei voti. Numerose le sue esibizioni, nel Maggio scorso si è esibito come solista con l’Orchestra Filarmonica di Strasburgo.

Scopo dell’evento, come riportato nel programma di sala, è combattere l’inquietante crisi della cultura che sta interessando la nostra Nazione. Le problematiche sono molteplici e difficilmente riassumibili, ma la memoria culturale ed artistica dell’Italia non può andare perduta. Ad accompagnare il M° Francesconi, il pianista Franco Venturini, diplomato in Pianoforte, Musica Elettronica e Composizione, perfezionatosi poi con il M. Campanella ed il Trio di Trieste. Vincitore di importanti concorsi ha suonato in vari festival in Italia, Francia e Croazia. Alcune sue composizioni sono state eseguite in Italia (Biennale Venezia), Germania e Svizzera.

Il programma eseguito ha previsto brani di notevole difficoltà esecutiva e di rara bellezza melodica come la Sonata per flauto e pianoforte di Bohuslav Martinu, compositore ceco naturalizzato negli Stati Uniti d’America, scritta nel 1945, cui ha fatto seguito la fantasia sul “Freischutz”, brano nel quale Paul Taffarel, considerato uno dei fondatori della scuola francese del flauto, omaggia la celebre opera di C. M. von Weber. Ha chiuso la prima parte del concerto la composizione Chant de Linos di Andrè Joliver.

La seconda parte è stata interamente dedicata alla Sonata in Mib maggiore per flauto e piano op. 18 di Richard Strauss. L’opera scritta nel 1887, ha struttura classica in tre movimenti e rappresenta l’ultimo saggio del compositore tedesco nel genere della musica astratta, prima di dedicarsi interamente all’opera e al poema sinfonico. Tantissimo il pubblico presente che ha ripetutamente e lungamente applaudito i due Esecutori ed al termine del concerto il Sindaco Alberto Latini ha assicurato il suo impegno affinché questo evento possa divenire un appuntamento per il pubblico valmontonese capace di ripetersi di anno in anno.

 Eledina Lorenzon