• Senza categoria

Terracina. È morta in ospedale Antonia Sinopoli coinvolta in un gravissimo incidente sulla Via Appia

Nola FerramentaNola Ferramenta

TERRACINA (LT) – È morta nel pomeriggio all’Ospedale “Santa Maria Goretti” di Latina, la donna rimasta vittima di un incidente avvenuto stamane, 26 Ottobre, sulla Via Appia a nord di Terracina.

La donna, Antonia Sinopoli, 67 anni di Terracina, viaggiava accanto al marito Mario di 68, a bordo della loro Fiat Punto grigio scuro metallizzato diretti alla stazione per prendere il treno per raggiungere la figlia a Ferrara. Non erano ancora le 8 quando si immettevano sull’Appia da una piccola traversa, via delle Madonnelle, una complanare adiacente. Pochi metri e,  per cause ancora non del tutto chiare, la loro auto impattava frontalmente contro un’Alfa 156 sw argento metallizzato.

Sulla 156 viaggiavano una coppia di 42enni – lui terracinese in servizio presso la Guardia Costiera di San Felice Circeo – con i loro figli, una ragazza di 14 anni ed un ragazzo di 11. 

Siamo al km. 98,800 dell’Appia, in prossimità dello svincolo di uscita dalla superstrada che “scavalca” Terracina provenendo da Fondi o dalla “Pontina”.

L’impatto tra le due auto è stato violentissimo: entrambe le vetture, dopo l’urto, si sono accartocciate addosso al guardrail dal lato opposto della carreggiata, a decine di metri di distanza una dall’altra, ed ambedue nello stesso senso di marcia…

Gli occupanti di altre auto, in viaggio sul medesimo tratto di strada, allertavano i soccorsi e, considerata la gravità dell’incidente, sul posto intervenivano quattro ambulanze, un’automedica, due elicotteri Pegaso dell’elisoccorso, i Vigili del Fuoco di Terracina e gli agenti della Polizia Stradale coordinati direttamente dal comandante Giuliano Trillò.

Tutte e sei le persone coinvolte nell’incidente avevano necessità, a vario livello, di ricorrere alle cure dei sanitari.

Tra gli occupanti dell’Alfa, la ragazza di 14 anni è stata trasportata dal Pegaso 44, in codice rosso, con il bacino ed il femore fratturati, al policlinico Gemelli di Roma, dov’è stata ricoverata in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita. Il fratello, con la frattura del femore, è stato trasportato al vicino ospedale “Fiorini” di Terracina insieme al papà. Anche la donna era stata ricoverata al “Fiorini” ma ha richiesto di uscire per raggiungere la figlia al “Gemelli”.

Dei coniugi a bordo della Punto, l’uomo è stato trasportato elitrasportato al “San Camillo” di Roma dall’altra eliambulanza intervenuta, l’elicottero Pegaso 21. Le sue condizioni erano gravi e nel pomeriggio è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

La donna, Antonia Sinopoli, è stata invece trasportata in ambulanza all’Ospedale “Santa Maria Goretti” di Latina dove nel primo pomeriggio decedeva a causa di sopraggiunte complicazioni…

 

Potrebbero interessarti anche...

Top