• Senza categoria

Serrone. Parassiti e clima danneggiano il raccolto delle olive e la produzione di olio. Il Comune chiede lo stato di calamità

Nola FerramentaNola Ferramenta

olive

SERRONE (FR) – Il Comune di Serrone chiede alla Regione Lazio il riconoscimento dello stato di calamità naturale per gli attacchi parassitari e gli eventi meteorici eccezionali che hanno gravemente compromesso la produzione delle olive e, di conseguenza, dell’olio.

Il sindaco, Natale Nucheli, e l’assessore all’agricoltura Emiliano Campoli, hanno inoltrato formale richiesta all’assessore all’agricoltura Sonia Ricci, e agli altri soggetti competenti. Nella nota gli amministratori denunciano «le numerose segnalazioni pervenute all’Amministrazione sulle scarse produzioni olivicole e le caratteristiche organolettiche del prodotto trasformato, tale da non garantire adeguata la qualità per l’immissione sul mercato e il consumo alimentare».

Nucheli e Campoli precisano, inoltre: «a tutela degli operatori e del patrimonio olivicolo del territorio comunale, si chiede lo stato di calamità naturale agli enti preposti al fine di riconoscere un sostegno a tutti quei produttori locali che saranno in grado di dimostrare l’effettiva alterazione dello stato della produzione ordinariamente attesa».

«Nel contempo – conclude la nota – si richiede agli stessi enti un adeguato supporto tecnico agli olivicoltori ai fini della prevenzione per le future campagne olearie».

«Sappiamo bene – spiega il sindaco Nucheli – che il danno ormai è fatto e la produzione non potrà essere recuperata ma spero che la Regione Lazio, e gli organi preposti, trovino il modo per essere vicini ai produttori, dando loro un aiuto oggi e per organizzare un’azione di prevenzione adeguata affinché, per il prossimo anno, non si ripetano fenomeni così estesi e invasivi».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top