Segni. Una bellissima escursione per la visita al Presepe realizzato nella chiesetta di Campazzano [Foto]

Nola Ferramenta outfitNola Ferramenta outfit

SEGNI (RM) – Bellissima iniziativa promossa dall’Associazione Monte Campazzano, che per Domenica 27 Dicembre ha proposto la bella escursione in cima al monte per la visita al Presepe.

Complice la bellissima giornata di sole, moltissimi sono stati i cittadini e visitatori che si sono ritrovati nella tarda mattinata per partecipare all’iniziativa ed intraprendere la salita al monte, ad un’altezza di m 673 slm.
Il sentiero inizia sulla via che collega Segni a Montelanico e non è di grande difficoltà, ma si snoda tra il bosco, fitto e intricato, costituito a alberi di media altezza e dal fusto dritto e snello.
In prevalenza vi cresce il leccio, ma si trovano anche il corbezzolo, il terebinto, il corniolo, il frassino, l’ornello e il carpino; rara la quercia, nelle basse pendici qualche castagno, assente il faggio.

Farmacia Comunale Colleferro ScaloFarmacia Comunale Colleferro Scalo

La chiesetta di Campazzano fu costruita nel 1957 da un gruppo di fedeli e dedicata alla SS. Trinità con l’intento di permettere ai cittadini di Segni, che non erano in condizioni di affrontare il pellegrinaggio a piedi fino a Vallepietra, di poter venerare qui, in questa chiesetta l’immagine della Santissima e recitare il Santo Rosario.

Qui infatti era posizionato un quadro raffigurante la SS. Trinità che scomparve in circostanze poco chiare, ma ritrovato negli anni Settanta, ora restaurato è stato ricollocato al suo posto originario. Di passo in passo ecco incontrare le prime quattro tavole della Via Crucis installate, presto lungo il sentiero saranno collocate le restanti.

Ecoerre-Poliambulatorio_SpecialisticoEcoerre-Poliambulatorio_Specialistico

L’opera, realizzata dal M° Attilio Bedini con la collaborazione di un gruppo di giovani volontari che hanno partecipato con grande passione, sono state presentate al pubblico il 17 Luglio a Palazzo Conti ed hanno destato grande emozione per la loro bellezza. Raggiunto il pianoro, ecco aprirsi agli occhi dei visitatori la visione della Croce e della restaurata chiesetta, frutto del lavoro dei volontari dell’associazione e dei tanti cittadini che hanno portato sul monto il materiale necessario. Da qui si gode il bellissimo panorama di Segni e della Valle del Sacco.
Poi tutti in fila ad ammirare lo stupendo presepe con il richiamo alla grande guerra: un’idea creativa e storica di grande effetto.

Il Presepe partecipa alla 7^Edizione del Concorso dei Presepi bandito dall’Associazione Prometeo “La notte de Natale è notte santa, ha nato jo bambinéglio alla capanna”.
Poi per tutti ricca colazione condivisa, poi il breve intervento del Presidente Mario Depaolis che con grande emozione ha ringraziato per la numerosa adesione all’evento ed augurato un Felice Anno Nuovo.

Eledina Lorenzon