Segni | Colleferro. Frana di Via Traiana. Forse tra un mese il via ai lavori di ripristino. Accolte le sollecitazioni dei Sindaci

Nola FerramentaNola Ferramenta

SEGNI | COLLEFERRO – La Città metropolitana di Roma sta provvedendo alla progettazione per interventi urgenti e risolutivi utili alla riapertura della strada Via Traiana e la zona interessata dalla frana nel Comune di Segni.

«Nella odierna riunione online della Città Metropolitana – ha affermato Pierluigi Sanna, Sindaco di Colleferro – ho ribadito la necessità di stanziare ulteriori ed immediati fondi sulla Via Traiana, che collega Colleferro a Segni.

Tutti i consiglieri metropolitani sono stati concordi su questo secondo stanziamento che si aggiungerebbe al primo, effettuato da me con un emendamento al bilancio tempo fa.

Importanti ed immediate risorse servono a garantire alla comunità di Segni ed al suo sindaco Piero Cascioli di non rimanere tagliati fuori, a causa della recente frana.

L’amico Piero Cascioli ha svolto un ruolo impeccabile di pressing nei confronti di Città Metropolitana, io ed il collega Giulio Cacciotti vigileremo affinché gli ulteriori fondi vengano immediatamente stanziati e spesi.
La via Traiana va riaperta al più presto!»

E le richieste sembrano essere state accolte se Teresa Zotta, Vicesindaco della Città Metropolitana di Roma afferma: «Abbiamo concordato con il Sindaco di Segni, che ringrazio per la disponibilità, un intervento che non solo risolva i problemi legati alla percorribilità della strada e al ripristino della zona interessata dalla frana, ma anche alla sicurezza e al contenimento del deflusso delle acque.

Siamo pronti a intervenire non appena si otterranno tutte le autorizzazioni da parte degli organi competenti.
L’intervento di Città Metropolitana garantirà, grazie alla costruzione di un micro ponte, una situazione di maggiore sicurezza per i cittadini del mio territorio e per quanti transiteranno in quella strada, nodo viario fondamentale per la viabilità del nostro Comune.

Continueremo una stretta interlocuzione con la Città metropolitana di Roma che si è dimostrata disponibile ad accogliere le nostre richieste.

L’obiettivo comune è quello, una volta ottenute tutte le autorizzazioni necessarie da parte degli altri organi competenti, di iniziare il lavoro tra un mese».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top