Segni. A dieci giorni dall’inizio dei lavori sulla Traiana, il Sindaco Cascioli tranquillizza i cittadini e resta fiducioso sulla riapertura a breve di una corsia

Nola FerramentaNola Ferramenta

SEGNI – A circa dieci giorni dall’inizio dei tanto attesi lavori sulla via Traiana, abbiamo sentito nuovamente il Sindaco di Segni Piero Cascioli per fare, ancora una volta, il punto della situazione e chiarire con lui alcuni punti riguardanti questa complessa macchina operativa messa in atto per poter risolvere il grandissimo disagio causato dalla frana dello scorso Ottobre sull’arteria di collegamento tra Segni e Colleferro.

Al Sindaco Cascioli abbiamo chiesto a che punto sono i lavori, ciò che è stato fatto in questi giorni e cosa ancora dovrà essere fatto per poter iniziare a parlare della riapertura di una corsia.
Ecco le sue parole.

«È iniziato appunto il primo stralcio dei lavori sulla frana di Via Traiana che consentirà la riapertura, in tempi relativamente brevi, di una corsia con traffico alternato. Un risultato sofferto, travagliato, costellato da tante difficoltà tecniche ma anche da tanta burocrazia.

L’opera prevede appunto una palificazione in cemento armato con 60 pali che arriveranno ad una profondità di 18 metri. L’intervento insiste esattamente sulla metà della vecchia carreggiata che, per il momento, sarà ampliata su lato monte per ottenere un ampliamento sufficiente al transito anche dei mezzi pesanti (bus, autocarri), e che sarà poi ampliata ulteriormente con la realizzazione di un muro a sostegno che consentirà la riapertura completa della Traiana.
Quindi questo primo stralcio di lavori è assolutamente compatibile con l’intervento finale e, pertanto, ad esso propedeutico.

Si sta procedendo intanto, – ha aggiunto il Sindaco Cascioli – con la perforazione del terreno con una grossa trivella e una volta terminata l’operazione si procederà immediatamente con la collocazione della gabbionatura in ferro e la gettata di cemento. Si tratta di due operazioni che devono procedere in sincronia poiché, per ovvi motivi di sicurezza, non si possono lasciare buche aperte di quelle dimensioni.

Questa esigenza di sincronismo può creare qualche problema di coordinamento e determinare interruzioni momentanee dei lavori, come, peraltro già accaduto in questi primi giorni.
A questo riguardo, – ha voluto precisare il Sindaco Cascioli – vorrei tranquillizzare i cittadini che, giustamente, vedendo qualche volta i lavori fermi hanno manifestato preoccupazione e disappunto; certamente dopo tanti mesi che la strada è chiusa a transito, è comprensibile tale disappunto e ciò, dimostra quanto sia forte l’esigenza dei cittadini di Segni e non solo, che questa questa arteria, vitale per la nostra città, venga riaperta quanto prima. Ma, come riferito dallo stesso direttore dei lavori, sono dinamiche fisiologiche e del tutto normali. Pertanto, vorrei tranquillizzare tutti e sperare che non ci siano altri allarmismi se, qualche giorno o qualche mezza giornata, si dovessero vedere i lavori fermi.

Al momento – ha concluso Piero Cascioli – sono state già realizzate diverse palificazioni terminate le quali, si procederà con i lavori di ampliamento a monte. Ovviamente, per motivi di sicurezza, le due operazioni non possono procedere contestualmente».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top