Elezioni Europee ed Amministrative 2024Elezioni Europee ed Amministrative 2024

San Giovanni Reatino. Auto contro camion sulla Salaria. È morta una 26enne. Arrestato per omicidio stradale il compagno alla guida ubriaco

Nola Ferramenta outfitNola Ferramenta outfit

RIETI | SAN GIOVANNI REATINO – I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Rieti hanno tratto in arresto un 35enne, incensurato, per il reato di omicidio stradale.

Farmacia Comunale Colleferro ScaloFarmacia Comunale Colleferro Scalo

Il provvedimento è scaturito a seguito dell’intervento effettuato dai militari dell’Arma nel corso della notte appena trascorsa i quali, allertati tramite il Numero Unico d’Emergenza 112, hanno raggiunto la S.S. 4 Salaria, all’altezza di San Giovanni Reatino, ove era stato segnalato un grave incidente stradale con feriti.

I Carabinieri arrivati sul posto hanno constatato che si trattava di uno scontro frontale tra un’autovettura ed un autoarticolato.

Ecoerre-Poliambulatorio_SpecialisticoEcoerre-Poliambulatorio_Specialistico

In particolare un’utilitaria che percorreva la statale in direzione Roma, per cause in fase di accertamento, si è scontrata frontalmente con un autoarticolato che sopraggiungeva dall’altro senso di marcia.

Nell’autovettura, condotta dal 35enne, quale passeggera, vi era la propria compagna, 26enne di origini polacche che, a causa delle gravi lesioni riportate, è deceduta sul colpo.

I rispettivi conducenti sono stati trasportati presso l’ospedale di Rieti ma non risultano in pericolo di vita.

I successivi accertamenti sanitari, effettuati presso il locale Pronto Soccorso, hanno consentito di rilevare che il conducente dell’autovettura su cui viaggiava la donna che ha perso la vita, aveva un tasso alcolemico pari a 2.93 g/l (il limite massimo consentito dal Codice della Strada è di 0,5 g/l).

Per tale motivo si è proceduto all’arresto dell’uomo il quale, al termine della redazione degli atti previsti, è stato accompagnato presso la propria abitazione ove resta agli arresti domiciliari.

Comunicato pubblicato ai fini dell’esercizio del diritto di cronaca costituzionalmente garantito e nel rispetto dei diritti della/e persona/e indagata/e, la/le quale/i, in considerazione dell’attuale fase di indagini preliminari, è/sono da presumersi innocente/i fino alla sentenza irrevocabile che ne accerti la colpevolezza.