Roma. L’Ambasciata russa in Italia festeggia il “Giorno della Russia” con uno spettacolo pirotecnico della “nostra” “Piroland 90 Fireworks & Special Effects”

Nola FerramentaNola Ferramenta

 

ROMA – Nella meravigliosa cornice di Villa Abamelek di Roma, sede dell’Ambasciata Russa in Italia, lo scorso Sabato 12 Giugno è stata celebrata la Festa Nazionale in ricordo della Dichiarazione della Sovranità Statale della Federazione Russa.

Immersa in un parco di 27 ettari nei pressi del Gianicolo, ed a ridosso di Porta San Pancrazio, Villa Abamelek è la residenza degli ambasciatori sovietici in Italia dal 1948.

Per festeggiare degnamente il “Giorno della Russia” l’ambasciata normalmente organizza un ricevimento ed un concerto, ma il covid ha convinto la rappresentanza diplomatica ad offrire ad i propri connazionali presenti a Roma, ed a tutti i romani, un meraviglioso spettacolo pirotecnico.

Fa piacere che, per un’occasione così importante, l’ambasciata russa in Italia si sia affidata alla “nostra” Piroland 90 Fireworks & Special Effects, un’azienda – con sede tra Segni e Colleferro, in Via Traiana al Km 1,500 – che da oltre trent’anni opera in questo delicato settore, e che nel tempo è cresciuta occupandosi di fuochi artificiali, dalla vendita al dettaglio, all’organizzazione dei fuochi nelle feste patronali e nei matrimoni, fino ai grandi eventi, come quello del “Giorno della Russia”.

Come sempre, quando la passione è anche professione, i risultati si vedono, ed allora “sparare i fuochi” diventa arte pirotecnica ai massimi livelli.

Nel caso specifico dello spettacolo pirotecnico all’Ambasciata di Russia a Roma, sono state “sparate” 360 sfere di calibro compreso tra i 6,5 ed i 15 centimetri.
L’“area di fuoco”, popolata da tre batterie di lancio, è stata selezionata dopo un accurato sopralluogo, studiata al computer e, con appositi programmi, è stata realizzata una simulazione dell’intero spettacolo pirotecnico che la notte del 12 Giugno ha illuminato i cieli della Capitale.

Peccato che le richieste non prevedevano giochi piro-musicali, avendo l’ambasciata scelto, giustamente, come colonna sonora, l’inno della Federazione Russa…
Ma gli spettatori sono stati davvero numerosi, raccolti in P.zza Giuseppe Garibaldi (Gianicolo), a Villa Doria Pamphilj e nel Giardino degli Aranci.

Dello spettacolo pirotecnico ha parlato anche la Rai con un servizio all’interno del TG2 che pubblichiamo di seguito.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Top