• Senza categoria

Roma. Gallerie ferroviarie come miniere di rame. Arrestati dalla Polfer 3 ladri di “oro rosso” romeni

Nola FerramentaNola Ferramenta

galleria-ferroviaria

ROMAContinua senza sosta l’attività diretta a contrastare il fenomeno dei furti di rame sulla linea ferroviaria da parte del Compartimento Polfer Lazio.
La scorsa notte gli agenti del Compartimento Polfer Lazio, hanno arrestato tre cittadini rumeni S.F.M. di anni 36, G.G. di anni 23 e G.G. di anni 34, responsabili di furto pluriaggravato di cavi di rame ed attentato alla sicurezza dei trasporti sulla linea Roma-Viterbo all’interno della galleria tra le stazioni di Roma Trastevere e Roma Quattro Venti.

L’indagine ha avuto inizio circa 10 giorni fa quando il personale di “Rete Ferroviaria Italiana” ha segnalato una serie di furti di rame nel suddetto tratto ferroviario che, peraltro, stavano mettendo a rischio la regolare circolazione ferroviaria e l’incolumità dei viaggiatori. Detti cavi infatti, sono utilizzati per alimentare delle particolari pompe idrovore che in caso di malfunzionamento avrebbero potuto provocare l’allagamento della galleria in caso di pioggia.

In considerazione di tali furti, facilitati anche dal luogo in cui si realizzavano, i ladri una volta all’interno della galleria, agivano praticamente indisturbati.
Gli investigatori della Squadra di Polizia Giudiziaria, diretta dal dr. Marco Napoli, hanno dato inizio così ad una mirata attività di indagine avvalendosi anche dell’impianto di videosorveglianza della stazione di Roma Quattro Venti le cui telecamere nelle prime ore della mattinata venivano puntualmente spostate e girate verso il muro.

Con l’utilizzo di una ulteriore telecamera, ieri mattina si è avuta la conferma sia di quanto segnalato che del modus operandi utilizzato dai malfattori; difatti gli agenti hanno notato tre persone, due uomini ed una donna, che stavano percorrendo il binario 2 della suddetta stazione ferroviaria. Uno di loro, precedendo gli altri due, aveva cura di spostare la visuale delle telecamere puntandole verso il muro, dopodiché accedevano in galleria.

I poliziotti opportunamente posizionati, dopo aver udito inequivocabilmente il rumore dei coperchi di cemento sollevati ed il contestuale spegnimento delle lampade di illuminazione sono intervenuti bloccando i tre giovani e recuperando due trolley già pieni di 130 kg di cavi di rame sguainato. Inoltre, nei pozzetti ubicati nelle vicinanze, venivano rinvenuti ulteriori 800 kg di cavi di rame già privi di guaina e pronti per essere caricati in ulteriori due trolley vuoti.
Il rame recuperato è stato riconsegnato al personale ferroviario.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top