Roma. I Carabinieri hanno arrestato “Ciccio”, e compare, in un ex negozio di pompe funebri (VIDEO)

Nola FerramentaNola Ferramenta

 

Le armi rinvenute dai Carabinieri all’interno dell’ex pompe funebri
Le armi rinvenute dai Carabinieri all’interno dell’ex pompe funebri

ROMA – I Carabinieri della Stazione Roma Tor Vergata hanno arrestato “Ciccio”, una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine di 47 anni, e un suo conoscente di 39 anni, anch’egli con precedenti, con le accuse di ricettazione e detenzione illegale di armi e munizionamento in concorso.

I Carabinieri, impegnati in una serie di attività finalizzate al contrasto dei reati contro il patrimonio, avevano più volte notato i due compari “armeggiare” all’interno di un negozio di pompe funebri ubicato in via Alenda; un locale in disuso da qualche mese e del quale avevano la disponibilità.
A far insospettire i militari è stato il loro continuo via-vai dall’attività, anche più volte al giorno… Nel pomeriggio di ieri, è scattato il blitz nell’ex negozio, dove i due si erano nuovamente dati appuntamento. Durante la perquisizione del locale, i Carabinieri hanno trovato, nascosta su un soppalco del bagno, un sacca contenente numerosi capi di vestiario e accessori, potenzialmente utili al travestimento per compiere rapine o altri reati contro il patrimonio, e due pistole: una calibro 9×21 con matricola abrasa e una calibro 7.65, complete di caricatori e relativo munizionamento.
Gli arrestati sono stati tradotti nel carcere di Regina Coeli, dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mentre gli abiti e le armi sono stati sequestrati. Le pistole, in particolare, verranno inviate al laboratorio di balistica del R.I.S. di Roma, dove verranno analizzate per verificare eventuali collegamenti con fatti di cronaca recenti o passati.