Roma. Acilia. 24enne dello Sri Lanka a spasso con un etto di hashish al seguito. 53enne del luogo aveva 13kg di hashish e 2,5 di marijuana in palestra… Arrestati dai Carabinieri

Nola FerramentaNola Ferramenta

ACILIA – Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Roma Ostia hanno svolto un importante intervento repressivo antidroga nel quartiere di Acilia, traendo in arresto in flagranza, in diverse circostanze, due uomini, un cittadino dello Sri Lanka di 24 anni, incensurato, e un 53enne di origini siciliane ma residente a Roma, già con precedenti, gravemente indiziati del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Estate Insieme 2022 ColleferroEstate Insieme 2022 Colleferro

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Roma Acilia hanno fermato il giovane straniero, mentre si aggirava per strada con fare sospetto. Sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di una busta contenente 20 pezzi di hashish, per un peso complessivo di oltre 100 grammi, da cui è stato accertato si sarebbero potute ricavare oltre 1.500 dosi medie singole.
L’uomo è stato quindi tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio e all’esito del giudizio di convalida, da parte del Tribunale di Roma, è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G..

Nel corso del medesimo servizio, i Carabinieri sono intervenuti anche presso una abitazione e un box adibito a palestra, utilizzato da un 53enne di origini siciliane.
Qui all’esito di un’approfondita perquisizione, i militari hanno rinvenuto oltre 13 kg di hashish e 2,5 kg di marijuana, suddivise in numerosi involucri, panetti, buste e cilindri, da cui è stato accertato erano ricavabili oltre 241mila dosi medie singole.
Oltre alla sostanza, i militari hanno trovato materiale di pesatura e confezionamento, appunti manoscritti e 1.740 euro, suddivisi in banconote di vario taglio, il tutto sottoposto a sequestro.

L’uomo è stato quindi arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e all’esito del giudizio di convalida del Tribunale di Roma, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Comunicato pubblicato ai fini dell’esercizio del diritto di cronaca costituzionalmente garantito e nel rispetto dei diritti della/e persona/e indagata/e (la/le quale/i, in considerazione dell’attuale fase di indagini preliminari, è/sono da presumersi innocente/i fino alla sentenza irrevocabile che ne accerti la colpevolezza).