Rocca Priora. Santa Maria ad Nives, da secoli venerata dalla popolazione, dal 3 al 7 Agosto ritornerà col suo manto di neve

Nola FerramentaNola Ferramenta

ROCCA PRIORA (Luciana Vinci) – Santa Maria ad Nives, da secoli venerata dalla popolazione, dal 3 al 7 Agosto ritornerà col suo manto di neve nel nostro centro.

Santa Maria ad Nives è legata da moltissimi secoli alla vita del paese, e la sua Festa è nata dalla raccolta della neve risalente al 1596, quando la Camera Apostolica di Roma ebbe il Feudo di Rocca Priora dai Savelli per un debito di ottomila scudi.
Evidentemente l’acquisto della Camera Apostolica era dovuto proprio alla caduta della neve abbondantissima su Rocca Priora, come era a Rocca di Papa e Monte Giove: il problema era di inviare il ghiaccio a Roma per il Papa, Cardinali, ammalati ed altro.
E, agli inizi del 1600, troviamo le prime Leggi riguardanti il “commercio della neve” e anche la Festa per la sua raccolta.
Nella Cappellina, ora Santuario della Madonna della Neve, c’è una lapide del 1660 posta dall’Appaltatore delle Nevi, Marchese Zenobio Baldinotti Fiorentino per la costruzione di una Chiesetta su una Cappellina già esistente, dovuta ai Savelli che hanno la loro Tomba nella Basilica Santa Maria Maggiore di Roma.
Questo avvenimento per la raccolta della neve ha tolto il Rinascimento a Rocca Priora, dove era restato il Castello Savelli e lo “Statuto approvato nel 1547 e firmato da Costanza Bentivoglia Savelli e nel 1564 e 1565 da Bernardino Savelli”.

In moltissimi articoli abbiamo ricordato e raccontato tutta la Storia del Santuario “Santa Maria ad Nives” legato da molti secoli alla popolazione: ricordiamo ora uno dei momenti più belli e significativi del loro legame affettivo: nel corso della 2^ Guerra Mondiale nel centro di un “Cuore d’argento” vennero messi i nominativi dei nostri Soldati in Guerra, e il Cuore venne posto sull’Altare perché Santa Maria ad Nives li proteggesse.

Al Rettore, Don Giovanni Grappasonni, che di recente ha rinnovato lo “Statuto Associazione Santuario Madonna della Neve in Rocca Priora”, auguriamo che quella candida neve, che coprirà la Processione al suo rientro notturno al Santuario, porti Pace e Serenità in tutto il mondo.

Nella locandina: dal 3 al 7 Agosto 2022 il Programma dei Festeggiamenti predisposti dal Rettore dei Padri Pallottini e dal Comune di Rocca Priora.