Rintracciato dai Carabinieri nelle campagne di Anagni il “terrorista” della Stazione Termini. Era a casa del figlio al quale ha regalato un fucile giocattolo…

Nola FerramentaNola Ferramenta

Roma-Allarme-Terrorismo-Stazione-Termini-00ANAGNI (FR) – Sarebbe stato trovato l’uomo che ieri ha seminato il panico nella metropolitana ed alla Stazione Termini di Roma.

L’uomo, pizzaiolo 44enne residente a Roma, separato dalla moglie, era davvero andato a trovare il figlio che vive in un’abitazione fuori città in territorio comunale di Anagni.

Ai Carabinieri che lo hanno raggiunto, intorno alle 9:30 di stamattina, avrebbe dichiarato di aver comprato il fucile giocattolo per il figlio di otto anni e di non essersi reso conto di quanto aveva provocato… Ha mostrato lo scontrino di acquisto del fucile giocattolo…

Ieri sera i Carabinieri avevano fermato l’autobus diretto a Fiuggi sul quale era salito il “terrorista”, ma l’uomo era già sceso in una fermata intermedia sulla Via Anticolana. Ai militari non è rimasto che interrogare il conducente ed i pendolari, risalendo alla fermata nella quale il “ricercato” era sceso dall’autobus, fino poi a risalire all’abitazione presso la quale si era recato…

A questo punto l’uomo è stato inevitabilmente indagato e denunciato per “procurato allarme”…

Del resto – di questi tempi – forse non è proprio… “salutare” aggirarsi sulla metropolitana e in una delle più grandi stazioni ferroviarie d’Italia con un fucile automatico, ancorché finto, tra le mani…

Certo l’episodio è stato un ottimo test per le Forze dell’Ordine al fine di verificare l’efficienza della “macchina” antiterrorismo.
Adesso non mancheranno le polemiche sulla possibilità di un uomo “armato” di dileguarsi così facilmente…

Qui la ricostruzione della serata di ieri •>

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Top