Rieti. Iniziati i controlli dei Carabinieri negli allevamenti di bovini. Interessati i Comuni di Rieti, Borbona, Greccio, Longone Sabino e Monte San Giovanni in Sabina

Nola FerramentaNola Ferramenta

RIETI – Sono iniziati ieri, 19 Luglio, i controlli agli allevamenti di bovini presenti nella provincia da parte della task force prevista dallo specifico protocollo d’intesa sottoscritto in Prefettura lo scorso 5 Maggio da Carabinieri (Forestale, Nas e Nil), Guardia di Finanza, Asl – servizio veterinario, Comuni di Rieti, Borbona, Greccio, Longone Sabino e Monte San Giovanni in Sabina.

Il documento è maturato, a fronte dell’elevato numero di allevamenti presenti in Provincia (complessivamente 1.900 circa), dopo alcune riunioni tecniche in Prefettura, dall’esigenza prioritaria di garantire la sicurezza stradale e l’incolumità delle persone mediante la verifica dell’integrità delle recinzioni, essendo stati segnalati diversi bovini vaganti nei territori dei citati Comuni.

Inoltre è stata rilevata la necessità di verificare, sulla base delle previsioni normative, la regolarità delle profilassi a tutti i capi di bestiame, la tutela dei lavoratori e quella relativa ad eventuali contributi elargiti dall’U.E..

I controlli saranno coordinati a livello strategico dal Comando Provinciale dei Carabinieri e, a livello tecnico – operativo, dal Gruppo Forestale che, nel corso degli anni, ha maturato grande esperienza nel settore e soprattutto ha provveduto a censire gli allevamenti dell’intera provincia.