Presentato in aula consiliare libro di Mario Galati “Colleferro 1935-1945, La Guerra. Prima, durante e dopo” [FotoeVideo]

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (RM) – Tanto pubblico in Aula Consiliare Martedi 29 Dicembre per la presentazione del libro di Mario Galati “Colleferro 1935-1945, La Guerra. Prima, durante e dopo”, patrocinato dall’Amministrazione comunale in occasione degli 80 anni della fondazione del Comune.
Colleferrino doc e giornalista da oltre quarant’anni anni a “Il Messaggero”, Mario Galati è da sempre appassionato di storia locale, convinto che coltivare la memoria permette di non disperdere tracce di vita vissuta da tramandare alle future generazioni.

Colleferro-Presentazione-Libro-Galati-12Il libro è frutto di un lavoro certosino e minuzioso durato per più di diciotto mesi, fatto di ricerche nell’Archivio e Biblioteca comunale, presso il Distaccamento dei Vigili del Fuoco, l’Archivio storico Rossi e dalla rilettura di varie pubblicazioni, che lo hanno occupato in occasione della prima edizione dell’opera in occasione del 75° del la costituzione del Comune di Colleferro.

L’attuale edizione è stata notevolmente rivista ed aggiornata nei contenuti con nuovi documenti e foto, anche attraverso un’attenta ricerca sui siti internet che ne fanno una pubblicazione d’importanza umana, civile, storica e politica.

Nelle pagine scorrono episodi di guerra che si intersecano con lo scorrere della vita giornaliera fatta del lavoro di una comunità laboriosa stretta intorno alla fabbrica, alla Chiesa ed al Comune.
Colleferro-città fabbrica sorta per l’abilità imprenditoriale dell’ing. Leopoldo Parodi Delfino, tratteggiata dalla sapiente urbanistica di Riccardo Morandi sulla tipologia delle città giardino inglesi, con i suoi rifugi che costituirono un sicuro riparo dai bombardamenti per la popolazione. Sicuramente il periodo della guerra fu pieno di stenti e sofferenze fino all’arrivo grande sofferenza fino all’arrivo dei “Black Devils”, il leggendario commandos guidato dal Gen. R.Frederick, definiti dall’autore “i primi liberatori”.

Anejo - Agostino BalziAnejo - Agostino Balzi

Tanti i personaggi che vengono ricordati nel libro e che si adoperarono, sia durante gli anni della guerra che nella ricostruzione, a favore della popolazione.
Un capitolo a parte è dedicato alla grande tragedia dello scoppio del 1938, un tragico avvenimento, ricordo indelebile nella memoria di Colleferro che causò 60 morti e 1.500 feriti.

Una storia, quella di Colleferro che si interseca in quella di un’Italia lacerata dalla macerie della guerra, ma con una grande voglia di riscatto ed il libro di Mario Galati offre uno spaccato preciso ed intenso di grande impatto emotivo.
Possiamo dire che è un libro che ogni abitante di Colleferro dovrebbe leggere, per conoscere la storia ed avere memoria delle persone e degli avvenimenti che la caratterizzarono.
Alla presenza del Sindaco Pierluigi Sanna, che ha rivestito anche il compito di relatore, la presentazione si è svolta in un’atmosfera calorosa, sottolineata da racconti e anedotti dello stesso autore e dei tanti presenti che vissero gli anni del dopo guerra in una Colleferro che faticosamente, ma con coraggio seppe risorgere dalle ceneri sue e proiettarsi con le sue industrie verso il futuro.

Un invito da parte dell’autore al Sindaco e all’Amministrazione comunale a ricordare i tanti uomini e donne che “fecero l’impresa”, intitolando loro vie e piazze, per non dimenticare!

Eledina Lorenzon

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Top