Pomeriggio e sera di passione sull’A1 in direzione Napoli. Incidenti ed auto in fiamme da Colleferro a Pontecorvo [Video]

Nola FerramentaNola Ferramenta

POMERIGGIO e notte critici sull’Autostrada A1 nel tratto compreso tra Roma e Napoli in direzione del capoluogo campano, e lavoro straordinario per la Polstrada ed i Vigili del Fuoco.

Foto dal Gruppo FB “Figli dell’asfalto-il gasolio nelle vene”

Già alle ore 15:20, tra i caselli autostradali di Frosinone e Ceprano, si registrava un tir in fiamme, per lo spegnimento della quale è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco e per la gestione del traffico quello della Polstrada.
Il traffico veniva bloccato completamente e la coda delle auto incolonnate raggiungeva la lunghezza di 5 Km.

Alle ore 17:40, un altro veicolo prendeva fuoco pochi chilometri più a sud tra i caselli di Ceprano e Pontecorvo. Di nuovo Vigili del Fuoco, Polstrada e traffico bloccato. Code fino ad oltre 4 chilometri.

Nello stesso tratto autostradale, forse proprio a causa indiretta del traffico generatosi da quest’ultimo incendio di auto, avveniva un incidente. Erano le 18:05.
Il traffico riprendeva a fluire lentamente a partire dalle ore 18:40.

Foto dal Gruppo FB “Figli dell’asfalto-il gasolio nelle vene”

Ancora tra Ceprano e Pontecorvo, un incidente veniva nuovamente segnalato alle ore 20:20. Non è stato necessario il blocco del traffico, ma non sono mancati disagi e rallentamenti. Fortunatamente nessun ferito grave.

Così come – miracolosamente, questa volta – nessun ferito grave nell’incidente verificatosi più tardi, questa volta più a nord e sempre in direzione Napoli.

Alle 22:40, infatti, subito dopo l’uscita autostradale di Colleferro (Km. 593,500), per ragioni ancora non del tutto chiarite, un autobus delle Autolinee Angelino veniva a collidere contro una Fiat Seicento.
A giudicare dallo stato dei veicoli dopo l’impatto, è stata una piacevole sorpresa essere informati dalla gentilissima Polstrada del fatto che non vi erano stati né feriti né tantomeno vittime.
In questo caso l’incidente non ha richiesto la chiusura al traffico del tratto viario, ma per rimuovere i mezzi è stato necessario l’intervento dei carri attrezzi, in quanto entrambi hanno perso completamente l’avantreno e quindi erano ridotti in condizioni da non potersi più muovere autonomamente
Intanto più a sud di segnalava l’intervento di mezzi spargisale per limitare gli effetti del ghiaccio che si sarebbe di lì a poco “steso” lungo tutta la Valle del Sacco.

Di quest’ultimo incidente pubblichiamo qui di seguito i video delle conseguenti operazioni di ripristino.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Top