Personale insufficiente al carcere di Velletri, Carella e Astorre scrivono al Ministro Cancellieri

Nola FerramentaNola Ferramenta

Carcere di Velletri
Protesta davanti al carcere di Velletri

Renzo Carella
L’On. Renzo Carella

VELLETRI (RM) – A seguito di una visita presso il carcere di Velletri, l’on. Renzo Carella ed il sen. Bruno Astorre decidono di scrivere una lettera al Ministro di Grazia e Giustizia Anna Maria Cancellieri. Questo il testo della missiva.

«Lo scorso 30 settembre una delegazione del Pd formata dal sottoscritto On. Renzo Carella, il Sen. Bruno Astorre, il Consigliere Regionale Simone Lupi e il Sindaco della città di Velletri Fausto Servadio ha fatto visita al carcere di Velletri dove è stata accolta dal direttore della struttura che, con molta disponibilità ci ha illustrato la situazione del carcere sia dal punto di vista delle strutture sia sotto l’aspetto organizzativo. Bisogna riconoscere che l’ala nuova del carcere messa in esercizio recentemente ha una sua funzionalità e garantisce ai detenuti lo spazio necessario e servizi efficienti inoltre non vi è sovraffollamento a differenza della vecchia ala che necessità di importanti interventi strutturali.

Suscita perplessità il rapporto detenuto/guardia che è sotto la media nazionale 0,48 contro 0,28 di Velletri, infatti l’aumento della popolazione carceraria, dovuta all’apertura della nuova ala, non è stato seguito da un adeguamento del personale sorvegliante creando notevoli disagi. 

Bruno Astorre
il Sen. Bruno Astorre

Non a caso lo stesso giorno della suddetta visita decine di agenti della polizia penitenziaria manifestavano all’esterno del carcere il proprio disagio lavorativo, creato da turni stressanti dettati dalla carenza di personale, specialmente di notte quando il numero delle guardie non è assolutamente sufficiente a garantire un adeguato controllo dei detenuti. Si lamenta inoltre la mancanza di elementari strumenti di protezione individuale. 

Sig. Ministro, la  preghiera che Le rivolgiamo  è quella di sanare, quantomeno raggiungere le medie nazionali di rapporto detenuto/guardia nel breve tempo possibile dando priorità al carcere di Velletri nell’assegnazione dei nuovi agenti che usciranno dai prossimi corsi».

Firmato: on. Renzo Carella e sen. Bruno Astorre

 

 

Giulio Iannone

Cognome: IANNONE. Nome: GIULIO. Nato a: COLLEFERRO (Roma). Il: 12 giugno 1963. Stato Civile: Coniugato, tre figli. Hobbies: Webmaster, Informatica, Rotary Club, Lettura, Vela, Sub, Tv Sat. Giornalista iscritto all'Albo dal: 1991. Altri incarichi: VicePresidente Nazionale dell'A.C.A.S.