Ospedale di Colleferro. Girardi (Colleferro 2.0): «Non ho mai rivendicato nessun merito su quella che purtroppo fino al 15 rimane ancora una sconfitta per tutti…»

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO (RM) – Continua, senza il benché minimo cenno di cedimento, la polemica sulle questioni direttamente od indirettamente connesse al ricorso al Capo dello Stato contro l’accorpamento dei reparti di Ostetricia, Neonatologia e Pediatria dell’Ospedale di Colleferro con quelli dell’Ospedale di Palestrina, a Palestrina.

Si potrebbe sperare che tutto finirà il 15 Dicembre prossimo, giorno in cui la questione verrà esaminata dal Tar, ma invece abbiamo la sensazione che, qualunque sia il risultato, l’ormai sempre meno interessante “botta e risposta” proseguirà nel tempo… Senza che il “maturando convincimento dell’ormai sopraggiunta sterilità della polemica”… maturi!

Questa è la volta dell’opposizione di centrodestra, quella di Aldo Girardi di Colleferro 2.0.

consigliere-Colleferro2.0-Aldo-Girardi«Io non ho certificato “l’incapacità di intendere e di volere” dei capigruppo di maggioranza, ho solo sostenuto che “…sono portato a pensare che…non fossero nella capacità….perché in altro affaccendati”, che è tutt’altra cosa. Purtroppo però questo mio pensiero, seppur espresso ad alta voce, almeno in “tre casi“ trova sempre più conferme, visto che con la loro replica mi spingono a non pensare il contrario.
Ripeto: io non ho mai rivendicato nessun merito su quella che purtroppo fino al 15 Dicembre p.v., rimane ancora una sconfitta per tutti. E mi fermo qui.
Ho semplicemente risposto a chi confonde la mia attività di opposizione con qualsiasi altra cosa faccia da semplice cittadino, e che continua a tirami in ballo in una polemica che non esiste in partenza, quasi a volersi preoccupare per forza di quello che fa Girardi. Ho già detto che “non sempre è bene dire quello che si pensa, mentre è bene pensare quello che si dice” quindi: se affermano di “…rammentare che Girardi non ancora eletto ufficialmente in consiglio era stato inviato in Ospedale da qualcuno…(Moffa?)… come suo fiero sostituto”, fanno finta di non sapere che il sottoscritto da ben 26 anni, tutte le mattine è “inviato” in Ospedale non da qualcuno, ma dall’Azienda per cui lavora.
“Si fallor sum” se sbaglio esisto.. probabilmente sentono la necessità di voler passare a tutti i costi come coloro che “ignorano”, da cui l’aggettivo.
Quali missioni segrete. Ero lì per lavoro e visto cosa stava accadendo mi sono trattenuto, come altri cittadini, medici ed infermieri; ma non per contestare, ma per sostenere l’azione dei Sindaci tra cui, c’era anche quello che ritenevo rappresentasse anche me.
Cosi come c’ero la mattina in cui il fratello di “Montalbano” prendeva in giro Colleferro e i Colleferrini davanti le telecamere, e nell’occasione ero insieme alla “mia squadra” a contestare, mentre qualcun batteva le mani.
Però che strano: se c’è Girardi è strumentale, subdolo e scandaloso; se invece ci sono loro, questo non disturba…. anzi è un dovere. Ma fatemi il piacere!
Dicono poi che “….Girardi utilizza spirito collaborativo nelle varie Commissioni….e poi… viene istruito ad inasprire i toni….” (?)
Rispondo due cose: la prima, è che io vado nelle commissioni (sempre) non per fare la guerra ma per il dovuto confronto democratico, e ci vado con lo spirito collaborativo, che però (attenzione!) non significa essere d’accordo…anzi!
Ma scusate…..ci sono mie dichiarazioni o prese di posizione, che poi ho disconosciuto in Consiglio Comunale? Non mi sembra.
La seconda, è che non ho bisogno di essere “istruito“, perché a differenza di altri decido sempre di testa mia, nel bene e nel male. Perche vedete, io non ho mai ricevuto “calci al sedere“ per avvantaggiarmi, e questo fa di me un uomo libero.
Timori per la discussione sulla Farmacia e sulla Stu “..pompiere per non remare contro a qualcuno dei vecchi amici”? Ma figuriamoci….se volevo la commissione di inchiesta! E alla barca a remi ho sempre preferito quella a motore perché “condivisa“ la rotta…..hai voglia a remare in altra direzione.
Io non sono l’avvocato di nessuno se non di Aldo Girardi: già consigliere comunale, eletto nelle file di Alleanza Nazionale nel secondo mandato di Silvano Moffa, a cui va il mio rispetto e che mi onoro di aver sostituito in seno al Consiglio. Tutto il resto è “aria fritta”.
Non ho nulla da nascondere e non ho compari. Ho votato a favore dei Termovalorizzatori per i motivi che sono espressi agli atti, e alla fine di quel mandato, cosi come in precedenza , non ho più svolto attività politica almeno fino ad oggi. Non mi sono riciclato in consigli di amministrazione vari, ne a livello locale che provinciale o regionale; e non mi sono “..speso” per nessuno, se non per il mio lavoro e la mia famiglia. E chi vuol far credere il contrario dice il falso.
Certo, ho continuato a votare: sempre a destra, e in più occasioni, ancora più a destra!
Perché lo ripeto: non ho padroni, non ho cambiali politiche da scontare e sono libero. E se lo fossero veramente anche altri, magari in questi giorni avremmo saputo o letto del (possibile) ricorso al Tar presentato da questa Amministrazione, contro il rinnovo dell’Aia che allunga la vita dei Termovalorizzatori fino al Maggio 2019. Se non sbaglio andava fatto entro 60gg, per cui prima dell’ 08/12 u.s.; tanto per non ripetere gli stessi errori e lo stesso percorso sull’Ospedale!
Per cui cari ragazzi chi è “incoerente ed ipocrita”, io?
O lo sono quelli che da sempre si sono battuti contro i Termovalorizzatori, ed invece oggi hanno fatto passare sotto silenzio questa scadenza? Il 5 febbraio 2016 è la prossima: 120 gg per il ricorso al Capo dello Stato! Verra’ presentato? Aspettiamo di vedere.
E per finire mi dicono che dovrei “chiedere scusa….per gli sciagurati 23 anni..” (?) Ma perché c’è stato un colpo di stato o libere elezioni?
La “vera democrazia” quella “dell’alternanza”, vuole che se i cittadini giudicano positivamente il tuo operato continui ad amministrare, altrimenti a casa. E questo vale per tutti! Ma se in 23 anni si è votato più volte, sempre dalla stessa parte, questo vorrà pur dire qualcosa o no?
Perciò di quale “..boccone della sconfitta amara da mandare giù..” mi state parlando.
Per voi la scelta è “democratica“ solo quando vi premia e quando vi fa comodo riempirvi la bocca; per me lo è ogni qualvolta il cittadino esprime il suo giudizio, a favore o contro.
Le persone vanno sempre rispettate, ecco perché vi sto con il fiato sul collo e vi dico di fare attenzione, perché quel 70% è del 45% degli aventi diritto al voto; tanta gente è rimasta a guardare per i motivi più disparati, e chissà che in futuro non possa decidere di tornare a votare e a fare la differenza(?).
Quindi pensate a governare; pensate alle “cose serie” e lasciate in pace la “sirena” Girardi che continua a fischiare come e quando lo ritiene più opportuno.
A Colleferro e ai Colleferrini un in bocca al lupo e l’augurio di poter festeggiare l’attesa decisione del 15 Dicembre….purtroppo io non so se potrò partecipare…..magari me lo vieteranno!!»

F.to Aldo Girardi (Colleferro 2.0)

 

Potrebbero interessarti anche...

Top