Ospedale di Colleferro. Consegnati e pronti per essere allestiti i locali nei quali verrà realizzato il reparto di terapia sub-intensiva

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO – Si è svolta nel pomeriggio di ieri, 29 Luglio, alla presenza di Avio, la consegna ufficiale al Comune di Colleferro dei locali ove si appresta a nascere il reparto di terapia sub intensiva dell’ospedale di Colleferro.

Alla piccola cerimonia erano presenti – oltre al Sindaco Pierluigi Sanna ed al Vicesindaco-Ass. alla Sanità Diana Stanzani – il dr. Giulio Ranzo, Amministratore Delegato di Avio, il dr. Stefano Bottaro, capo del personale di Avio, la dr.ssa Marilù Saletta, responsabile del patrimonio Asl Roma 5, la dr.ssa Donatella Battaglia Direttore Sanitario dell’ospedale di Colleferro, il dr. Emilio Mazzetti, primario anestesista e terapia intensiva, il presidente della Protezione Civile Comunale Piero Di Vita e l’Ing. Fernando Ferrone progettista del reparto.

Finanziata da Avio con 250mila euro, la terapia sub intensiva entro 60 giorni sarà uno dei fiori all’occhiello dell’ospedale di Colleferro nel suo ruolo specifico di reparto salva vita sia in emergenza Covid sia nella normale gestione dell’emergenza sanitaria.

La Protezione Civile, destinataria della donazione e l’Amministrazione Comunale hanno ringraziato ufficialmente l’Amministratore delegato di Avio Giulio Ranzo e la Asl stessa che, oltre ad aver messo a disposizione gli spazi, contribuirà finanziariamente alla completa ultimazione del reparto.

«Avio e Colleferro – ha affermato il Sindaco Sanna – non sono mai state due unità divise bensì la storia ci insegna quanto si tratti di un unico corpo capace di gesti solidali e concreti come questo».

«L’aumento dei posti di terapia intensiva e la nascita della terapia sub intensiva – ha dichiarato l’Assessore alla sanità Diana Stanzani – sono senz’altro occasione di rilancio di un ospedale cardine per Colleferro e tutte le comunità del territorio».

In mattinata era già stato inaugurato il nuovo reparto di oculistica, leggi qui l’articolo •>

Potrebbero interessarti anche...

Top