Monterotondo. 100 dosi di cocaina in auto e a casa tutto il necessario per il confezionamento. 43enne albanese arrestato dai Carabinieri

Nola Ferramenta outfitNola Ferramenta outfit

MONTEROTONDO – I Carabinieri della Compagnia di Monterotondo hanno arrestato un 43enne, di cittadinanza albanese, gravemente indiziato di detenzione illecita di sostanza stupefacente.

Farmacia Comunale Colleferro ScaloFarmacia Comunale Colleferro Scalo

I fatti risalgono alla notte del 19 Maggio, quando i Carabinieri della Compagnia di Monterotondo, nell’ambito di servizio di controllo del territorio, hanno notato degli strani movimenti in una stradina del centro eretino; hanno così proceduto al controllo dell’uomo che, in quel momento, era appoggiato all’autovettura a noleggio, tra l’altro già utilizzata da altro soggetto arrestato qualche giorno fa sempre per spaccio, col telefono in mano.

Alla vista dei militari il 43enne non ha saputo giustificare la sua presenza in loco.

Ecoerre-Poliambulatorio_SpecialisticoEcoerre-Poliambulatorio_Specialistico

A quel punto i Carabinieri sono entrati in azione, constatando che all’interno del veicolo erano occultate oltre 100 dosi di cocaina, per un totale di 65 grammi, e che il fermato aveva con sé oltre 600 euro in banconote di piccolo taglio.
Gli ulteriori accertamenti presso l’abitazione dell’uomo hanno consentito di rinvenire un cospicuo quantitativo di materiale per il confezionamento, nonché una pistola a salve, 2 proiettili e 8 bossoli cal. 380.

Dopo l’arresto, l’uomo è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa di convalida, mentre il materiale è stato sequestrato.

Il risultato, frutto dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, è ulteriore testimonianza della particolare attenzione posta dai Carabinieri della Compagnia di Monterotondo nel contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Comunicato pubblicato ai fini dell’esercizio del diritto di cronaca costituzionalmente garantito e nel rispetto dei diritti della/e persona/e indagata/e, la/le quale/i, in considerazione dell’attuale fase di indagini preliminari, è/sono da presumersi innocente/i fino alla sentenza irrevocabile che ne accerti la colpevolezza.