Monte Porzio Catone. Giovedì 13 Dicembre: “Ultime novità sulle ricerche archeologiche a Tuscolo”

Nola Estate 2019Nola Estate 2019

MONTE PORZIO CATONE (A.M. PesceLuciana Vinci) – È questo il titolo che la Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini ha dato per la conferenza che si terrà Giovedì 13 Dicembre 2018, alle ore 16,30, nella Sala Gratton dell’Osservatorio Astronomico – Via Frascati 33 – di Monte Porzio Catone – per il tradizionale appuntamento pre natalizio con l’archeologia, ma il tema più preciso è il seguente: “Tuscolo.

Nuovi dati per la comprensione della città antica e dei suoi monumenti”, tema, ripetiamo, che per secoli ha suscitato e suscita ancora gli interessi di archeologi e storici non solo italiani, ma anche di molti Stati esteri.

Settimana Lenovo Marmorato Expert Colleferro

Inoltre, l’occasione è necessaria ed opportuna per presentare ai tanti appassionati e agli studiosi locali non solo i risultati dell’attività di ricerca annualmente portata avanti a Tuscolo dalla Scuola Spagnola di Storia e Archeologia a Roma ma anche i recenti studi condotti da alcuni giovani ricercatori.

«Aspettiamo sempre con ansia questo appuntamento – dichiara il Presidente della Comunità Montana Damiano Pucci – perché ogni anno ci permette di conoscere un po’ di più e meglio la storia della città, i suoi monumenti e le sue trasformazioni. La Scuola Spagnola ci presenta sempre interessanti novità che sono per noi fondamentali per pianificare al meglio ogni attività di valorizzazione del sito».

L’incontro di quest’anno sarà dedicato al Santuario extra-urbano, l’imponente struttura che ad ovest dell’abitato antico si affaccia sulla via Latina e i Colli Albani occidentali, oggetto di un recente studio da parte della Dott.ssa Maria Bruno dell’Università Tor Vergata di Roma.

La Dott.ssa Valeria Beolchini della Scuola Spagnola insieme con la Dott.ssa Flavia Ricci e Dott. Christian Barbisan dell’Università La Sapienza di Roma, illustrerà invece il lavoro svolto dall’Ente spagnolo lo scorso mese di maggio.

Al tradizionale scavo archeologico – incentrato nelle aree delle mura occidentali della città e della necropoli pertinente alla chiesa medievale costruita sui resti delle terme romane del foro – sono state affiancate attività di prospezioni geofisiche in collaborazione con l’Itabc-Cnr e ricognizioni topografiche nel territorio circostante l’abitato.

Un intenso lavoro “sul campo” che ha portato all’individuazione del limite della città medievale con le sue mura e le torrette difensive, un importante risultato per la definizione dei confini della città nelle varie epoche.

Ricordiamo, inoltre, che il territorio dove è stata edificata, tantissimi secoli fa, la Città di Tuscolo, è da molti anni di proprietà della Comunità Montana.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top