La Biblioteca Comunale di Segni con “Il giardino delle favole” ha partecipato a “Lazio stories: lo sviluppo sostenibile nel racconto delle biblioteche”

Nola FerramentaNola Ferramenta

SEGNI – Si è tenuto lo scorso Venerdi 1 Ottobre l’incontro on line in diretta sulla pagina Facebook AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e sul canale Youtube dal titolo “Lazio stories: lo sviluppo sostenibile nel racconto delle biblioteche” un evento organizzato dalla sezione Lazio dell’AIB in occasione del “Bibliopride 2021” il cui tema è “Le biblioteche per l’Agenda 2030”, riferendosi a quel programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità, sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’Onu.

Anche la Biblioteca Comunale di Segni ha partecipato presentando l’esperienza “Il giardino delle favole” che, nell’estate appena trascorsa, ha celebrato la sua IX edizione, regalando allegria e serenità a tanti bambini e alle loro famiglie.

Dopo i saluti istituzionali di Lucia Antonelli, Presidente AIB Lazio e di Maddalena Battaggia, Vicepresidente AIB LazioAgenda 2030 e Ifla Sdg Stories è iniziata ufficialmente la presentazione di Lazio stories a cui hanno partecipato:

  • Manuela Scaramuzzino con “Scambia che ti passa” per la biblioteca umanistica Giorgio Aprea, dell’Università degli Studi di Cassino;
  • Gisella Menichelli con “Dalla teoria alla pratica: esperienze di un percorso continuativo sul tema ambientale. Cosa può fare la biblioteca” per la biblioteca dell’area della ricerca di Roma 1, Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr);
  • Annalisa Ciccotti con “Il giardino delle favole” per la Biblioteca Comunale di Segni;
  • Sveva Barbera con “Biblecò, la biblioteca verde” per la Biblioteca Ludovico Quaroni del dipartimento PDTA, della Sapienza Università di Roma;
  • Donatella Bellardini con “Galeotto fu il libro: pagine narrative, voci, colori, saggi, volumi rari e curiosità. Celebrando Dante 2021” per la Biblioteca generalizia del centro studi storici PP. Barnabiti di Roma;
  • Concetta Petitto con “BILL – Biblioteca della Legalità: libri in valigia per diffondere la cultura della legalità nelle scuole” per la Biblioteca Galline Bianche, Biblioteche di Roma;
  • Anna Cividini, Referente regione Aib Lazio per Obiss e l’aib Lazio e l’Osservatorio biblioteche e sviluppo sostenibile.

 

Potrebbero interessarti anche...

Top