Il Tar ha bocciato il ricorso del Colleferro Rugby contro la gara che ha portato all’affidamento del “Maurizio Natali” all’Ati Atletica Colleferro-Segni

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO | SEGNIÈ stata pubblicata ieri l’altro, 16 Ottobre, la sentenza del Tar del Lazio (qui il documento •>) che ha bocciato il ricorso della Ssd Colleferro Rugby 1965 teso ad ottenere l’annullamento della gara che aveva portato all’affidamento all’Asd Atletica Colleferro-Segni del campo sportivo “Maurizio Natali” di Via degli Atleti di Colleferro.

Il ricorso, presentato nei mesi scorsi, mirava ad ottenere l’annullamento della Determinazione dirigenziale del Comune di Colleferro n. 234 del 24/05/2018, con la quale si approvavano i verbali di gara e quelli di aggiudicazione definitiva della gestione del campo sportivo di Via degli Atleti all’Asd Atletica Colleferro-Segni.
Si sono costituiti in giudizio il Comune di Colleferro – direttamente chiamato in causa dal ricorso – e l’Asd Atletica Colleferro-Segni quale capogruppo-mandataria dell’Ati Asd Mes Colleferro e Asd Runner Team Colleferro.

L’udienza pubblica nella quale il Tribunale Amministrativo del Lazio ha esaminato il ricorso si è tenuta il 9 Ottobre e la sentenza è stata pubblicata, come detto, martedì scorso.
In essa vengono integralmente respinte tutte le motivazioni prodotte dalla Ssd Colleferro Rugby 1965 a sostegno del ricorso.

Massimiliano Ferrazza

Massimiliano Ferrazza

«Siamo particolarmente soddisfatti – dichiara il Presidente dell’Asd Atletica Colleferro-Segni Massimiliano Ferrazza– perché finalmente possiamo mettere la parola fine ad una vicenda che ha riempito pagine di una brutta storia sportiva.
Abbiamo vinto al Tar del Lazio ed abbiamo dimostrato che la gara è stata vinta correttamente.
Mi preme ringraziare gli avvocati che hanno seguito con professionalità e dedizione il ricorso: in primis l’Avv. Alessia Sabene che con la sua caparbietà e soprattutto con la dedizione costante alla vicenda, della quale si era inizialmente occupato anche l’Avv. Alberto Colabianchi, ha dimostrato la correttezza dei procedimenti Amministrativi svolti in sede di gara dagli Uffici Comunali.
Correttezza e legittimità evidenziate anche dalla difesa dell’Ente rappresentato dall’Avv. Emanuele De Vita.
Dispiace per tutte le critiche ingiustamente ricevute, dispiace soprattutto per i toni troppo accesi, quasi antisportivi, usati da parte di alcuni, che ho trovato sinceramente ingiustificati ed eccessivi, considerato che noi dell’atletica abbiamo ottimi rapporti anche di sincera amicizia con numerosi atleti, tesserati e sostenitori della Ssd Colleferro Rugby 1965.
Sono convinto che questa sentenza metta definitivamente a tacere le chiacchiere.
Auspichiamo tutti che da adesso si inizieranno a scrivere pagine bellissime di sport, in collaborazione con il Comune di Colleferro, in particolare con l’Assessore allo Sport Sara Zangrilli ed il Sindaco Pierluigi Sanna; e soprattutto – conclude Ferrazza – rinnovando l’invito alla collaborazione ed allo spirito sportivo di tutte le società, in particolare alla società di Rugby, con la quale negli anni passati abbiamo avuto sempre ottimi rapporti…».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top