Il Sindaco di Segni Piero Cascioli fa il punto su quanto fatto fin qui in ambito amministrativo, pubblico e riorganizzativo, seguendo la regola “buon padre di famiglia”

Nola FerramentaNola Ferramenta

SEGNI – A poco più di due mesi dalla fine dei questo complesso anno, abbiamo intervistato il Sindaco di Segni Piero Cascioli per fare con lui il punto della situazione non solo da un punto di vista percepibile e tangibile per la cittadinanza e ma anche e soprattutto dal punto di vista interno all’amministrazione comunale, punto che troppo spesso non è chiaro e visibile al cittadino.

«In questi tre anni di mandato – ha dichiarato il Sindaco Cascioli – abbiamo affrontato tanti problemi la cui soluzione era necessaria e propedeutica per poter rimettere in moto e far funzionare la complessa macchina amministrativa del comune.
Si è trattato di attività poco visibili all’esterno ma che erano “conditio sine qua non”, per evitare il collasso dell’ente.
Mi riferisco ai conti di bilancio, al personale, ai contenziosi in essere, alla definizione di rapporti contrattuali con soggetti gestori di servizi e di attività. Sono stati interventi che hanno assorbito tempo e risorse, il tutto, mentre si scatenava una pandemia senza precedenti che ha fortemente condizionato e rallentato le procedure ed i relativi interventi.

Si aggiungano poi altri fatti del tutto accidentali dovuti a fenomeni meteorologici ed alla fatiscenza di una parte cospicua del patrimonio immobiliare comunale, per poter capire quanto la situazione sia stata tremendamente complicata.

Ma si è affrontato il tutto, con profondo senso di responsabilità, nella consapevolezza che non si potevano dare risposte immediate e visibili al cittadino il quale, inevitabilmente, si è mostrato e si mostra insoddisfatto.

Ma voglio qui chiarire e ribadire con forza che il lavoro svolto è stato tanto ed importante ed ora inizieremo a raccogliere i primi frutti.

Intanto i conti.
Abbiamo azzerato – ha proseguito il Sindaco – le anticipazioni di tesoreria presso la banca, una prassi che negli anni passati era diventata una normalità facendo pagare all’ente decine di migliaia di euro di interessi alle banche ogni anno. Un altro importante risultato riguarda l’ammontare dei debiti commerciali con una riduzione drastica degli stessi che, dai circa 4 milioni di euro di fine 2018 si è passati ai poco più di 400 mila euro attuali.

Così come i pagamenti verso i fornitori che, sempre a fine 2018, dovevano attendere anni per riscuotere i propri crediti: oggi aspettano non più di 60 giorni. Inoltre sono state accantonate ingenti somme nei fondi per i rischi derivanti da mancate riscossioni e contenziosi, naturalmente in via prudenziale. Insomma tutte misure per mettere a posto i conti che hanno richiesto tempo e tanto lavoro.

Contemporaneamente abbiamo messo mano alla macchina amministrativa, con un numero considerevole di nuove assunzioni che da anni non si facevano nonostante il pensionamento di tanti dipendenti.
È stata ricostruita l’area della Polizia Locale con l’assunzione di nuovi vigili urbani, una funzione fondamentale per il controllo del territorio e per rimettere ordine al disordine.
Tre nuove unità sono già in servizio e nei prossimi giorni si procederà ad assumerne una quarta più il comandante.
È stato completamente riorganizzato l’ufficio economico finanziario, con l’assunzione di un nuovo responsabile e di nuove impiegate; siamo inoltre in procinto di assumere ulteriori unità anche per l’area amministrativa.

Per quanto riguarda l’ufficio tecnico, si è proceduto allo sdoppiamento dell’area, con assunzione di un nuovo responsabile per la seconda area istituita: è stato assunto un istruttore tecnico e a breve ne assumeremo un secondo. Infine, entro fine anno, si darà avvio alle progressioni verticali riservate al personale interno. Abbiamo fatto partire il servizio civile con 25 ragazze e ragazzi davvero straordinari con i quali si stanno mandando avanti tanti bei progetti.
Insomma una grande riorganizzazione del Comune di Segni che oggi ci consente di lavorare meglio, con maggiore efficienza e velocità.

Abbiamo seguito la regola del “buon padre di famiglia”, che prima di mettersi a spendere soldi che non ha, provvede a trovarli mettendo in primis a posto i conti di casa e poi mettendo a posto l’organizzazione familiare. Ecco noi questo abbiamo fatto.
Un lavoro indispensabile e responsabile, che non si vede ma che è essenziale altrimenti non si va avanti.
Nel contempo, abbiamo partecipato e vinto bandi per milioni di euro ed avviato importanti interventi di messa in sicurezza ed efficientamento energetico nelle scuole e negli impianti sportivi ed altre opere partiranno a breve come Via Roma, via dei cavalli ed altri luoghi; inoltre si sta lavorando sul progetto per il parcheggio dell’Elcino, un’opera essenziale per decongestionare le piazze del centro storico; sono in programma interventi per il cimitero dove si è già realizzato il rifacimento dell’ossario comunale, anche questa opera indispensabile per recuperare e rimettere a disposizione loculi e tombe non riconcesse.

Partiranno poi i lavori per la manutenzione e il rifacimento di strade, recentemente infatti è stata completamente risistemata via Rossi; è stato affidato già l’incarico per la progettazione di efficientamento energetico della pubblica illuminazione e a giorni partiranno i lavori per il rifacimento di tutta l’illuminazione del viale pedonale che conduce alla Porta Saracena.

Insomma – ha concluso il Sindaco Piero Cascioli – tanti lavori pronti a partire, nonostante la pandemia, eventi meteorologici avversi, una macchina amministrativa da ricostruire, che hanno fortemente rallentato ed in alcuni casi, bloccato, le procedure per mettere in campo tutte queste azioni».

 

Potrebbero interessarti anche...

Top