• Senza categoria

Frosinone. Traffico di coca. Sequestro di beni per 600mila euro e sorveglianza speciale per quattro rom

Nola FerramentaNola Ferramenta

Frosinone. Traffico di coca. Sequestro di beni per 600mila euro e sorveglianza speciale per quattro rom

La villa sequestrata in via Castagnola Vecchia a Frosinone

FROSINONE – Nella giornata odierna, personale del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone, ha dato esecuzione al Decreto di Sequestro preventivo beni e Decreto di sottoposizione alla Sorveglianza Speciale per la durata di anni due con obbligo di soggiorno emessi dal Tribunale di Frosinone – Collegio per l’applicazione delle Misure di Prevenzione – su conforme richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di quattro soggetti di etnia rom, componenti di un gruppo criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti.

I beni colpiti dai suddetti Decreti consistono in una villa con terreno sita in Frosinone via Castagnola Vecchia, due veicoli (una BMW X6 Drive e una Peugeot 107) nonché quattro conti correnti per un valore complessivo di circa 600mila euro.

Tali provvedimenti traggono origine da una proposta di applicazione della misura cautelare reale inoltrata dal personale operante in prosieguo delle attività d’indagini, coordinate dalla DDA di Roma e dalla Procura della Repubblica di Frosinone, che ha visto coinvolti esponenti di un sodalizio criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti, già sfociate in analoghi provvedimenti, emessi ai sensi dell’art. 321 c.p.p. e 12 sexies L. 356/92, in data 12.02.2013.

L’attività investigativa, condotta dal predetto Reparto, è stata avviata a seguito del ferimento di un soggetto di etnia rom avvenuto a Frosinone nel 2011, con la quale sono stati acquisiti elementi a carico di complessivi 22 indagati, tra cui i quattro colpiti dall’odierno provvedimento, tutti ritenuti appartenenti ad un’organizzazione dedita alla detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti (operante in Frosinone ed in provincia di Roma), prevalentemente del tipo cocaina, che veniva fornita da altri elementi di etnia rom domiciliati a Roma, alcuni dei quali in rapporto di parentela con la nota famiglia dei Casamonica, con un giro di affari di circa 50mila euro mensili.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Top