• Senza categoria

Frascati. Alle Scuderie Aldobrandini il “Secondo Speciale Festival Tricolore della Canzone Italiana”

Nola FerramentaNola Ferramenta
Festival Tricolore della Canzone Italiana

(click per ingrandire)

FRASCATI (RM) – Con la collaborazione del Comune “Città di Frascati”, Sabato 13 Settembre 2014, alle ore 20:30, le Scuderie del principe Aldobrandini ospiteranno il “Secondo Speciale Festival Tricolore della Canzone Italiana”, riservato a Bambini e Adulti, che vedrà anche la partecipazione di concorrenti e cantanti del territorio castellano.

Estate a Teatro

Presidente della Giuria sarà l’attore cinematografico, Francesco Fiumarella, ideatore del premio “Vincenzo Crocitti”, e, tra i giurati, ricordiamo: il regista di Voyager; Filippo de Masi, figlio del famoso Direttore d’orchestra e compositore, Francesco, e il musicista, Marco de Masi; ospiti d’onore: Wilmer Modat e Fabrizio Zaniol, e presentatori: Odilio Buzzoni di Reggio Emilia e Nadège Kafando di Parma. Le riprese televisive saranno di Roger Ket –A.F.C.A.D.; costo ingresso: euro 7.

L’Associazione Festival Tricolore della Canzone Italiana è nata nel 1997, a Reggio Emilia, sede in Via S.Domenico 12/a, telef. 0522/580556 – 347/4933630, in occasione del Bicentenario del Tricolore, con il patrocinio del presidente del Consiglio dell’epoca, prof. Romano Prodi, e, per la seconda volta, esce dalla sua sede naturale per promuovere messaggi e ideali di patriottismo, affidandoli alla capacità creativa e interpretativa di autori e cantanti, in una gara nazionale. Da allora il Festival è diventato un appuntamento annuale fisso, che fa convergere, a Reggio Emilia, decine e decine di canzoni, che vengono affidate, una volta superata la selezione, all’interpretazione di cantanti emergenti, che riscuotono spesso grande successo.

E’ necessario anche evidenziare, a conferma del ruolo positivo assunto dall’Associazione, che fin dalle prime edizioni sono giunti testi e melodie anche da connazionali residenti all’estero, ciò a dimostrazione del loro attaccamento alla madrepatria, se pure attraverso l’espressione canora-artistica.

Due sono le sezioni del Festival: a tema patriottico o a tema libero, ma i testi debbono essere, obbligatoriamente, in lingua italiana, e va precisato ”che in gara sono le canzoni, non i cantanti”. Alla fine di ogni edizione, l’Associazione riporta, in una pubblicazione, tutti i testi e spartiti musicali delle canzoni, con foto di autori e interpreti che hanno partecipato alla gara, e i brani dell’edizione conclusa vengono riprodotti in DVD, Cd e musicassette.

Luciana Vinci

 

Potrebbero interessarti anche...

Top