Estate Colleferrina, tasse e staff del Sindaco. “Botte” e risposte Girardi/Nappo vs Zangrilli/Dibiase

Nola Ferramenta ShopNola Ferramenta Shop

COLLEFERRO (RM) – Nei giorni scorsi, a valle dell’ultima seduta del Consiglio Comunale •>, i consiglieri dell’opposizione di centrodestra, ad iniziare da Aldo Girardi (Colleferro 2.0), per continuare poi con Riccardo Nappo (Az.Pop.) hanno manifestato il proprio dissenso critico nei confronti dell’amministrazione comunale a proposito di diversi punti.

A più riprese Aldo Girardi interveniva sul suo profilo facebook il 29, il 30, il 31 Luglio ed il 1 Agosto, per poi concentrare in un unico comunicato stampa – co-firmato con il collega Riccardo Nappo (che nel frattempo aveva mantenuto una condotta analoga) – “compendio” dei diversi interventi.

Ritenendo, forse a torto, di offrire un servizio diverso rispetto ad un social network in questa sede, concentriamo il “botta e risposta” in un unico articolo.

Volantino Marmorato Expert Colleferro – Sull’onda del FUORITUTTO - 8-28 Agosto 2019

Qui di seguito pubblichiamo il comunicato stampa diffuso il 1° Agosto dai consiglieri di opposizione di centrodestra Girardi e Nappo.

Girardi-Nappo

«Da tempo sentiamo parlare dai nostri amministratori di problematiche legate al bilancio e di rischio di default del nostro Comune e nell’ultimo consiglio comunale i nostri consiglieri di maggioranza ci hanno fatto votare aumenti di tasse dell’Irpef e Tari senza una relazione tecnica a riguardo con la presunzione farcela digerire forzatamente.
Il Sindaco nei suoi primi 2 mesi di attività ha parlato di problematiche relative alla vecchia gestione amministrativa, riscontrando al suo insediamento una situazione debitoria che a suo dire avrebbe impedito di organizzare l’estate colleferrina.
Sia chiaro, l’estate colleferrina era sicuramente una manifestazione di cui si poteva fare a meno, ma se intesa come momento di svago per chi impossibilitato ad andare fuori Città avrebbe rappresentato un aspetto sociale non trascurabile.
Quest’anno come già detto non si farà, nonostante fosse stata deliberata dalla giunta con parere positivo del Dirigente preposto per poi essere annullata per problemi di bilancio ancora da accertare con D.d.G n 44.
C’è stata una conferenza stampa ad inizio settimana dove il Sindaco con gli assessori di competenza ci hanno “spiegato” i motivi che hanno indotto ad annullare la festa •>, dicendoci che se si fosse fatta ci sarebbe stato un risparmio del 60% rispetto allo stesso anno.
Quindi per fare un esempio se lo scorso anno (2014) l’estate colleferrina costò 10000 €, quest’anno sarebbe dovuta costare solo 4000.
Vediamo se è vero…
Dai calcoli effettuati mediante i documenti ufficiali e non dalle chiacchiere fatte in questi ultimi giorni ci risulta che:
Nel 2014
L’Estate Colleferrina
• 17 serate: costo €43570* comprensivi di €4200 per spettacolo pirotecnico
• Cinema Estate 17 serate: costo € 29950
Totale 34 giorni di festa : costo di € 73520*
Quindi con un risparmio del 60% sarebbe dovuta costare € 44112
Eventuale 2015
• 20 serate: costo € 49180
• Cinema Estate 11 serate € 15860
Totale 31 giorni di festa € 65040
Ora facendo i conti della serva emerge che con 3 serate in meno e senza lo spettacolo pirotecnico quest’anno si sarebbe risparmiato l’11,57%.
Ma facciamo un confronto a parità di servizio:
– se togliamo i 4200 € dei Giochi Pirotecnici il risparmio sarebbe stato del 6,17% e con 3 serate in meno.
– se poi dividiamo questi importi per il numero delle serate, avremmo un costo di € 2038 a serata nel 2014 e di € 2098 nel 2015. Quindi di fatto si voleva spendere di più!
Ma il risparmio non doveva essere del 60%??
Rimane da ragionare su un altro fatto: visto che il dirigente preposto aveva dato parere positivo e lo dimostra il fatto che l’intera festa era stata deliberata dalla giunta, come è possibile dichiarare che non ci siano i soldi per realizzarla??
Come già detto il nostro non è un ragionamento fatto per la festa in sé, perché come già detto ne possiamo benissimo fare a meno, ma vogliamo mettere in guardia la nostra città dalle bugie che ci vengono raccontate!
In soli due mesi ci hanno raccontato già moltissime fandonie, ne elenchiamo alcune:
• non era possibile fare ricorso agli organi preposti per salvaguardare il nostro ospedale (prontamente smentito dagli altri sindaci del territorio)
• non si può fare l’estate colleferrina per mancanza di fondi (contro quindi il parere positivo del Dirigente comunale preposto)
• se si fosse fatta si sarebbe risparmiato il 60% (nulla di più falso)
A questo punto ci chiediamo se questo atteggiamento e questa strategia del vittimismo del Sindaco sia figlio di un suo sballato ragionamento, oppure se derivi dal consiglio del Responsabile comunicazione capo segreteria del Sindaco e responsabile della spending review che da aprile ronza intorno al nostro sindaco e da poco risulta assunto con un contratto faraonico (alla faccia della spending review) come consulente dal nostro comune…
Come opposizione staremo attenti e sempre vigili per curare gli interessi della nostra città.
Non rimane quindi che ringraziare i commercianti che si sono fatti e si faranno carico di alcune iniziative, come quella di ieri sera….dove naturalmente era schierato tutto lo staff dei risparmiatori. Alla prossima smascherata!!»
F.to Aldo Girardi (Colleferro 2.0) e Riccaro Nappo (Az.Pop.)


 

A seguire la risposta degli assessori Sara Zangrilli (deleghe Istruzione, Sport, Politiche Giovanili e Spettacolo) e Rosaria Dibiase (deleghe Bilancio, Programmazione Economica, Commercio, Patrimonio).

 

Zangrilli-Dibiase

«Ricordiamo che da solo 30 giorni abbiamo preso la responsabilità amministrativa e da soli pochi giorni (lunedì 28 luglio per precisione di cronaca) abbiamo informato i cittadini, in modo ufficiale, della situazione di bilancio del comune e delle partecipate. Quindi l’affermazione da “molto tempo” effettuata dai consiglieri non risulta veritiera forse per loro un giorno ha un valore temporale diverso dalla realtà. Infatti nell’articolo si parla di 2 mesi di attività amministrativa.
Per quanto riguarda l’estate Colleferrina, abbiamo attivato un circuito virtuoso con i commercianti e con le associazioni per organizzare eventi cittadini, patrocinando le iniziative, a costo zero.
Il Comune ha messo a disposizione delle associazioni, dei comitati di quartiere, dei commercianti
il palco, il personale tecnico, gli spazi comunali e le sedie.
Sappiamo bene come organizzare eventi senza gravare sulle casse comunali.
Nei giorni scorsi , infatti, sono stati patrocinati eventi di intrattenimento come il concerto tenuto dall’Orchestraccia, il Coro di Oristano. Inoltre sono state programmate altre iniziative per i mesi di Agosto e Settembre.
I Consiglieri Girardi e Nappo continuano a non comprendere la metodologia utilizzata dalle precedenti amministrazioni che aveva l’abitudine di inserire i costi della manifestazione su più atti amministrativi facendo disperdere nei meandri della “burocrazia” il reale costo della manifestazione.
Quindi, i conteggi eseguiti dai Consiglieri Nappo e Girardi non sono reali.
Ci limitiamo a definire non reali le dichiarazioni dei consiglieri di minoranza senza utilizzare in modo scorretto il termine falso, ma forse per qualcuno riesce più semplice utilizzare questi termini.
Ringraziamo i Consiglieri Girardi e Nappo per aver sottolineato l’aspetto relativo all’avvenuta approvazione da parte del dirigente preposto sull’impegno di spesa, questo aspetto rafforza ancora di più il senso di responsabilità di questa amministrazione che una volta verificata la situazione dei conti pubblici ha pensato bene di togliere il costo dell’evento dal bilancio comunale.
Le azioni che la nuova amministrazione ha svolto fino ad oggi sono volte ad un unico obiettivo che è quello di evitare l’aumento delle tasse per i commercianti (Imu) e per i cittadini (Tasi), obiettivo ampiamente raggiunto.
Non ci sembra che ci sia stata una particolare attenzione verso i commercianti da parte di chi ha governato per 20 anni e ha lasciato cadere questa categoria in una crisi profonda.
Ci sembrava che i Consiglieri di opposizione avessero compreso la situazione economica in cui verte il Comune di Colleferro e la presa di distanza dalle precedenti amministrazioni dei Consiglieri Nappo e Girardi emersa durante l’ultimo Consiglio Comunale, lasciava presagire uno spirito di collaborazione atto a risolvere i problemi della città, ma comprendiamo che è stata solo una messa in scena.
Noi siamo sensibili e concentrati solo ed esclusivamente a risolvere i problemi dei cittadini, dei commercianti e dei lavoratori tutti.
Quanto al commento poco rispettoso nei riguardi dello staff del Sindaco vogliamo precisare che l’intero staff opera 6 su 7 senza orari di sorta con un costo estremamente più basso rispetto alla precedente amministrazione. (Vecchia amministrazione costo annuo per la Segreteria = € 326.940 con 8 persone, Nuova Amministrazione = € 166.424 con 5 unità di cui 4 Part-time). Se questa non è “Spending Review” cosa può essere?
Lasciamo cadere questa sterile polemica per rispetto del lavoro delle persone e aspettiamo proposte serie da parte dell’opposizione che ha cercato e sta cercando in tutti i modi di impedire alla nuova amministrazione di governare la città in modo serio, sano e trasparente.
Per questo atteggiamento, che ha poco di costruttivo, dovranno rispondere ai cittadini che si aspettano solo di poter vivere in una città degna del suo nome e non in una periferia».

F.to Ass. Sara Zangrilli e Ass. Rosaria Dibiase

 

Potrebbero interessarti anche...

Top