ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 LAZIO – Sono 167 i Comuni nei quali si tornerà alle urne nel mese di Maggio

Nola FerramentaNola Ferramenta

LAZIO - Elezioni 2014 - Comuni al Voto

 

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014  – Saranno oltre 4mila i Comuni italiani presso i quali si svolgeranno, nel prossimo mese di Maggio, le elezioni per il rinnovo dei Consigli Comunali e dei Sindaci.

Si tratta di oltre il 50% rispetto alla totalità dei Comuni che, dal 1° Gennaio di quest’anno, sono passati da 8092 a 8071 per effetto dell’istituzione di ben 16 nuovi municipalità (tutte interessate dalle elezioni), nate a seguito delle fusioni di 37 Comuni (per approfondire •>).

Nel Lazio sono 167[*] (su 378 – 43,7%) i Comuni che si recheranno alle urne per rinnovare i Consigli Comunali ed i Sindaci nel prossimo mese di Maggio.

[*] Negli elenchi ufficiali non figura l’Amministrazione Straordinaria di Ceprano il cui Sindaco, Giovanni Sorge, arrestato nel mese di novembre 2013 •> , si è dimesso ufficialmente solo il 7 Gennaio scorso, causando l’affidamento del Comune al Commissario prefettizio dott. Emilio Dario Sensi.

Stessa considerazione vale per Isola del Liri, dove il 17 gennaio scorso il Sindaco Luciano Duro è stato costretto a “gettare la spugna” in seguito alle dimissioni di 11 consiglieri comunali, portando all’Amministrazione Straordinaria del Comune nella mani del Commissario Prefettizio dott.ssa Stefania Galella.

Qui lelenco dei Comuni interessati •>.

Dal punto di vista politico, va registrato che, mentre già il 16 Febbraio prossimo si svolgeranno le primarie del Pd per eleggere il segretario regionale del Partito Democratico del Lazio, [candidati Fabio Melilli (56 anni), Lorenza Bonaccorsi (44 anni), Marco Guglielmo (34 anni) – Segretario uscente: Enrico Gasbarra], i candidati sindaci del Centrosinistra – laddove non è stato raggiunto l’accordo per un candidato unitario – verranno decisi nelle “primarie di area” che si svolgeranno in molti casi il 9 Marzo [raccolta delle candidature tra il 5 e 7 Febbraio].

Sull’altro fronte, invece, non sembra aver avuto troppa fortuna la proposta di Luciano Ciocchetti (già esponente di spicco dell’Udc – oggi fondatore  di “Idee più popolari”) di ricorrere alle primarie per scegliere i candidati sindaci anche nel Centrodestra.
«Sono in favore delle primarie – ha affermato Ciocchetti – anche perché negli ultimi anni il Centrodestra ha sempre avuto il problema di scegliere il candidato migliore…».
E di primarie parla anche lo stesso Angiolino Alfano, seppure con altri scenari davanti…

Ancora in “bilico” le scelte di diversi amministratori, in carica presso le Amministrazioni comunali, che ancora vestono la casacca del Pdl, senza aver palesato la decisione di aderire a Forza Italia o al Nuovo Centro Destra, come del resto accadde (in senso contrario) quando continuavano ad esserci nelle assisi comunali consiglieri di Alleanza Nazionale e di Forza Italia mentre a livello nazionale i due partiti si erano già “fusi” nel Popolo delle Libertà…

Altro discorso vale per quelle Amministrazioni comunali dove il sindaco è al primo mandato e, nella stragrande maggioranza dei casi, verrà riproposto alle prossime elezioni…

Altro ancora è quello che coinvolge le municipalità in Amministrazione Straordinaria, 9 in tutto: Anagni(FR), Artena(RM), Ceprano (FR)[*], Ciampino(RM), Grottaferrata(RM), Guidonia Montecelio(RM), Isola del Liri (FR)[*], Palestrina (RM) e Tivoli(RM) ([*] non presenti nella tabella allegata); in molti casi, in queste città, la campagna elettorale è iniziata con le stesse dimissioni, forzate o spontanee, dei rispettivi Sindaci…

 Giulio Iannone