• Senza categoria

Domani alle ore 11 le esequie di Simone Trulli presso la Chiesa della Madonna del Soccorso a Montelanico

Nola FerramentaNola Ferramenta

simone

MONTELANICO (RM) – Si svolgeranno domani, Mercoledì 16 Dicembre, le esequie di Simone Trulli, il 40enne trovato senza vita sul fondo del Fiume Sacco il giorno dopo la sua scomparsa.

Estate a Teatro

Dopo l’autopsia, disposta dall’Autorità Giudiziaria e che si è svolta nel pomeriggio di ieri, la salma è stata restituita ai familiari e solo per loro stamane è stata allestita la camera ardente presso l’ospedale di Frosinone.

Nel pomeriggio di oggi la salma è stata trasferita da Frosinone a Montelanico, paese di origine di Simone, presso la Chiesa Santuario Madonna del Soccorso. Dove, oltre il picchetto d’onore dell’Aeronautica Militare, alle ore 11, Don Marco Fiore officerà le esequie. Niente fiori… per desiderio della famiglia…

Sono state ore di sgomento quelle successive al ritrovamento del Sergente Maggiore dell’Aeronautica Militare Simone Trulli.
Sgomento ed incredulità, per la moglie, la famiglia, i parenti, gli amici, l’intera comunità.

In quelle tristi ore la moglie, Francesca, aveva trovato la forza per ringraziare le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco e di tutti i volontari della Protezione Civile per il lavoro svolto alla ricerca di Simone, chiedendo delicatezza e riserbo, soprattutto alla stampa.
Desiderio che ci auguriamo di aver interpretato ed esaudito nel migliore dei modi.

Del resto Simone era un uomo molto conosciuto ed amato, a Colleferro, dov’era nato il 6 Aprile del 1975, a Gavignano in Contrada Rufanico, dove risiedeva con la famiglia, a Montelanico, dove è cresciuto e dove vive la madre, a Carpineto Romano dove vivono le due sorelle, ed a Gorga, paese di origine della moglie, Francesca, rimasta sola con due figli, una bambina di 9 anni ed un bimbo di 5.

In queste ore il “lavoro” più duro è proprio con loro, con i bambini. Le lacrime che non vogliamo vedere sui loro occhi, sono le stesse che non riusciamo a trattenere…
Oggi pensiamo che domani, dopo la sepoltura, sarà tutto finito… Non sarà così… almeno finché si tenterà di capire, di farsene una ragione…
Purtroppo non c’è nulla da capire… C’è solo da accettare… se possibile…

“Tu ti siederai un po’ lontano da me…
Io ti guarderò con la coda dell’occhio e tu non dirai nulla.
Ma ogni giorno tu potrai sederti più vicino e cercarmi con il cuore.
Guarderai il cielo, la notte, e tutte le stelle ti saranno amiche.
Io abiterò in una di esse e allora, sarà per te come se tutte le stelle ridessero.
Tu avrai, tu solo, delle stelle che sanno ridere!
…Sarà bello sai. Anch’io ti guarderò con la luce delle stelle”
(da “Il Piccolo Principe”)

Giulio Iannone

 

Potrebbero interessarti anche...

Top