Colleferro. Un 21enne di Segni fermato dai Carabinieri perché fortemente indiziato di aver accoltellato in pieno centro Ilyass Soufyane, 18enne di origini marocchine residente allo Scalo

Nola FerramentaNola Ferramenta

COLLEFERRO – Sarebbe stato arrestato e portato in carcere (arresto convalidato), il ragazzo 21enne di Segni fortemente indiziato di aver accoltellato un ragazzo 18enne di origini marocchine in pieno centro a Colleferro.

I fatti
Sono da poco trascorse le ore 21 di Martedì 3 Maggio. Siamo davanti al Bar Jolly in Piazza Aldo Moro a Colleferro, proprio di fronte all’ingresso principale dell’Ospedale “Parodi Delfino”.
Il 18enne di origini marocchine è in compagnia di alcuni amici e di altre persone. Nasce un lite al culmine della quale un ragazzo, poco più grande di lui, tira fuori un coltello da cucina e lo aggredisce ferendolo con 6 o 7 sferzate.

La vittima cade in terra, gli amici avvertono il 112, intervengono i Carabinieri ed i sanitari che lo trasportano in codice rosso in ospedale.

Ilyass Soufyane, questo il nome del giovane accoltellato, viene ricoverato in prognosi riservata e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico: la lama del coltello gli ha attinto un polmone e provocato ferite al torace ed all’addome.
Non sembrerebbe essere in pericolo di vita ma le sue condizioni sono gravi e la prognosi resta riservata.

Le indagini immediatamente svolte dai militari della Compagnia Carabinieri di Colleferro, ascoltando i testimoni e probabilmente anche con l’ausilio di una telecamera di videosorveglianza presente nella zona si sono concentrate su un giovane 21enne di Segni.

Tra le ipotesi più accreditate sembrerebbe esserci il “motivo passionale”…

Ilyass Soufyane, classe 2004, è residente in Italia con la famiglia da 15 anni.

Comunicato pubblicato ai fini dell’esercizio del diritto di cronaca costituzionalmente garantito e nel rispetto dei diritti dell’indagato (il quale, in considerazione dell’attuale fase di indagini preliminari, è da presumersi innocente fino alla sentenza irrevocabile che ne accerti la colpevolezza).