Colleferro. Teatro Vittorio Veneto, Stefano Raucci è il nuovo direttore artistico…

Nola FerramentaNola Ferramenta

Il nuovo Direttore artistico del Teatro Vittorio Veneto, Stefano Raucci

Il nuovo Direttore artistico del Teatro Vittorio Veneto, Stefano Raucci

COLLEFERRO (RM) – E’ stata presentata ufficialmente in conferenza stampa al comune di Colleferro (leggilo qui •>), martedi 3 dicembre, la nuova stagione teatrale e il nuovo corso del Teatro Vittorio Veneto.

Il consigliere delegato alla cultura Mario Del Prete nell’occasione ha ufficialmente presentato alla stampa in veste di nuovo gestore e direttore artistico del teatro Stefano Raucci, giornalista e conduttore di RadioRadio. 
Cittadino colleferrino doc, da sempre impegnato in attività sociali, culturali oltre che sportive, Stefano Raucci ha commentato così l’avvio del suo nuovo incarico:
«Per me ricevere questa nomina è un onore e al tempo stesso una grande, ma bellissima responsabilità. Per la mia città ho sempre cercato di fare qualcosa di concreto e ora che ne ho di nuovo la possibilità, sono pronto a rimettermi in gioco. Spero di risvegliare nei miei concittadini ma anche nelle persone che vivono nei Comuni vicini e limitrofi la curiosità e la voglia di andare a teatro, di riscoprire il piacere di frequentarlo e viverlo in modo pieno e attivo».
 
– Una sfida non facile, di questi tempi…
«No, lo so bene. So che quando si parla di cultura e di teatro si rischia di non essere ascoltati, con l’aggravante dei tempi di crisi economica che non aiutano certo. Ma mi sono già attivato per studiare formule convenienti per le persone che vorranno assistere agli spettacoli che fanno parte del cartellone della stagione, e a quelli che sono in fase di organizzazione in parallelo al cartellone già annunciato». 
 
– La stagione teatrale in collaborazione con Atcl parte sabato 7 dicembre…
«Iniziamo con grandi attori sul palco. Nicola Pistoia e Paolo Triestino hanno lavorato tanto e bene anche in tv. Triestino ha girato un sacco di film con Carlo Verdone, Pistoia lo si è visto anche di recente in “Viva L’Italia” con Michele Placido e Raoul Bova. E poi hanno un esperienza pluriennale di successo in teatro, come Elisabetta De Vito, che sarà con loro sul palco. E poi nel cartellone ci sono altri grossi nomi come il mito Giorgio Albertazzi (il 10 gennaio), Edoardo Siravo e Manuela Aureli (il 19 gennaio), Carlo Buccirosso (il primo marzo) e altri ancora».  
 
– Anticipazioni sulle altre serate in programma?
«Il 5 gennaio ospitiamo un concerto evento tutto suonato dal vivo, con Rita Forte e le White Nhymps in scena. Cinque musicisti, un gruppo corale e la splendida voce di Rita, tutti diretti dal maestro Stefano Spallotta. Il 31 gennaio invece arriverà al Vittorio Veneto il cantautore Povia, già vincitore di un Festival di Sanremo, e parte del ricavato della serata sarà devoluto all’associazione Batticuore, che fa clownterapia per i bambini ricoverati all’ospedale di Colleferro e opera sul territorio di Colleferro e dintorni anche in altre strutture».  
 
– Per chi volesse avere maggiori informazioni sul nuovo corso del Teatro Vittorio Veneto?
«Ho lavorato per istituire un sito ufficiale, www.teatrocolleferro.it, realizzato graficamente da Massimiliano Mascioli, e per una pagina facebook ufficiale che servirà ad aggiornare tutti costantemente sulle serate, attività e iniziative in corso e in programmazione. L’obiettivo è tenere sempre tutti informati, il più possibile, sulle attività di un teatro che dovrà diventare per tutti, speriamo, un punto di aggregazione e di riferimento. Quando dico questo penso anche alle associazioni locali e alle scuole, che per me hanno e dovranno avere un ruolo fondamentale». 
 
– Che ne pensi, per chiudere, dell’iniziativa del teatro al mercato coperto, promossa dall’assessorato alla cultura e programmata per il 6 dicembre? 
«Un’iniziativa coraggiosa e lodevole, che fa capire come ci sia l’intento di “muovere” la cultura cittadina e darle nuovo vigore. Credo che Colleferro abbia tutte le carte in regola per essere un punto di riferimento importante di tutto il territorio». 
 
 

Potrebbero interessarti anche...

Top